Villasanta, scritte neonaziste alla Casa dei Popoli

Svastiche e parole in tedesco sulla saracinesca del locale di via Garibaldi 6. Sono comparse nella notte tra il 20 e il 21 marzo. Il locale è molto conosciuto per i concerti e le attività culturali

Una scritta di matrice neonazista è comparsa nella notte tra il 20 e il 21 marzo sulla saracinesca del bar "La casa dei Popoli" a Villasanta. Poche parole. "Stiamo tornando, heil" e una svastica per indicare chiaramente i riferimenti ideologici. Segni di matrice neonazista sono stati tracciati anche sul simbolo grafico del locale e su quello del PD: lo stabile ospita infatti la sezione cittadina del Partito Democratico. "Ieri mattina verso le 11 mi hanno telefonato per avvisarmi - spiega Mario Origo, responsabile del locale - Non posso negare che ci siamo rimasti male soprattutto sotto il profilo umano, ma siamo andati immediatamente a sporgere denuncia ai Carabinieri considerando l'accaduto come atto vandalico".  Non è escluso che i teppisti possano essere arrivati da fuori: "In paese non ci sono mai stati episodi di violenza politica. Villasanta è una città tranquilla, e la Casa dei Popoli non aveva mai ricevuto minacce". Nessun danno al locale a parte l'imbrattamento, che sarà ripulito a breve.

Molto conosciuta in ambito brianzolo e non solo, la Casa dei Popoli è nata nel 2007 giocando sul nome di quella che un tempo era la "Casa del Popolo". Il progetto di restyling ha comportato il rifacimento della facciata e degli interni, ma anche e soprattutto un ripensamento dell'attività del locale, che da semplice bar si è trasformato in sede di concerti e manifestazioni culturali ad ampio spettro. Tra gli eventi di maggiore successo, il festival Jazz Kilometro Zero che nel 2010 ha portato in città alcuni tra i migliori musicisti del panorama italiano per serate-evento in cui alla musica di qualità è stata abbinata una cucina a filiera locale con prodotti e piatti tipici del territorio.  "Le nostre attività naturalmente vanno avanti - precisa Origo - Sabato ad esempio abbiamo in programma un 'Anpi-hour', un aperitivo con due partigiani che incontreranno i giovani raccontando la loro esperienza. Coninueremo a fare della Casa un punto di riferimento per la vita democratica, civile e sociale". Solidarietà è stata espressa dal Pdl cittadino tramite una nota diffusa questa mattina. Attulalmente gli inquirenti stanno vagliando le immagini delle telecamere presenti nella zona e i dati dei tabulati telefonici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

  • Cosa fare a Monza e in Brianza nel weekend: mercatini, nuove mostre ed eventi per bambini

  • Lite e botte in strada tra due donne a Concorezzo: ragazza finisce in ospedale

  • Desio, tamponamento in strada e l'incidente si trasforma in un inseguimento con rissa

  • Usmate Velate, schianto tra due auto sulla provinciale: morto un ragazzo di 26 anni

  • Dopo tamponamento l'auto si ferma tra le corsie e un'Audi la travolge: morto un uomo

Torna su
MonzaToday è in caricamento