Metropolitana, bus e tram: il biglietto dei mezzi Atm a Milano costerà due euro

Si parte il 15 luglio con le nuove tariffe. Abbonamenti "congelati" per tre anni

Metropolitana

Da lunedì 15 luglio il biglietto Atm per viaggiare sui mezzi pubblici a Milano, in metropolitana, autobus e tram, costerà due euro. Via libera del consiglio comunale di Milano all'aumento tariffario per il biglietto ordinario: pochi minuti prima di mezzanotte, martedì sera, l'aula di Palazzo Marino ha approvato la delibera sul riordino delle tariffe e delle agevolazioni del trasporto pubblico locale, con 27 favorevoli e 6 contrari.

L'ultima battaglia in aula, poco prima del voto finale, è stata condotta dal Movimento 5 Stelle contro l'abbonamento scontato per i consiglieri comunali. Che però resta: «Mi considero un dipendente del Comune ancorché mandato qui dai cittadini e non tramite concorso pubblico e, per questo, sono orgoglioso di pagare l'abbonamento annuale scontato», ha ribattuto Basilio Rizzo (estrema sinistra), sintetizzando il pensiero di quasi tutti i suoi colleghi.

Aumenta il biglietto, bloccati gli abbonamenti per 3 anni

Aumenta, dunque, il biglietto ordinario, utilizzato giocoforza dagli utenti occasionali, in primis i turisti, ma ora con quel biglietto da 2 euro si potrà viaggiare anche nella prima fascia dei Comuni dell'hinterland: 21 in totale. Il che significa, ad esempio, che si abbassa da 2,50 euro a 2 euro la tariffa per raggiungere il Forum di Assago o la Fiera di Rho. Questo si ripercuote anche sugli abbonamenti, che si abbassano per i pendolari di queste aree. In generale la delibera fissa aumenti anche sugli abbonamenti giornalieri, settimanali e mensili, mentre lascia invariati quelli annuali (che si potranno rateizzare) per favorire la fidelizzazione degli utenti.

La tariffa ordinaria "urbana" sarà ora valida fino ai capolinea M1 Sesto FS, M1 Rho-Fiera, M2 Cologno Nord, M2 Vimodrone, del 15 a Rozzano e del 31 a Cinisello Balsamo, e poi nei Comuni di Assago, Baranzate, Bollate, Bresso, Buccinasco, Cesano Boscone, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano, Corsico, Cusano Milanino, Novate Milanese, Opera, Pero, Peschiera Borromeo, Rozzano, San Donato Milanese, Segrate, Sesto S. Giovanni, Settimo Milanese e Vimodrone.

E in extremis l'aula ha votato un emendamento di Forza Italia e Lega per "bloccare" per tre anni gli abbonamenti annuali. Tra gli ultimi "ritocchi" al testo, la gratuità per gli animali domestici (che finora pagano un biglietto ordinario) e l'eliminazione delle fasce orarie (quindi potranno salire sempre sui mezzi Atm). E ancora, un abbonamento annuale a 50 euro per i disoccupati (da almeno 24 mesi e con Isee inferiore a 16.900 euro), per tutti (con Isee inferiore a 6 mila euro, ma se over 65 è gratis) e per i detenuti che, grazie ai permessi, si spostano con i mezzi pubblici per motivi di studio o lavoro. 

Gli sconti alle famiglie numerose partono ora da chi ha più di tre figli (e non più quattro). Sconto anche per gli ex appartenenti alle forze dell'ordine e all'esercito, che vanno in pensione prima di 65 anni e quindi non usufruirebbero degli sconti per gli anziani. E viaggeranno gratis gli insegnanti accompagnatori in gita scolastica.

Tutte le tariffe

L'abbonamento annuale ordinario resta fermo a 330 euro per favorire coloro che usano costantemente i mezzi pubblici. Gratuiti gli abbonamenti per gli under 14 e, con Isee inferiore a 6 mila euro, per gli over 65. I giovani potranno beneficiare dell'abbonamento ridotto fino a 27 anni (e non più 26). Invariato a 22 euro (il mensile) e a 200 euro (l'annuale) l'abbonamento per gli under 30 con Isee inferiore a 28 mila euro. 

Costerà 200 euro l'abbonamento annuale per gli over 65 con reddito Isee tra 16 e 28mila euro. Si è detto del nuovo "off peak", ancora più conveniente di adesso, disponibile per tutti dai 65 anni di età e per i pensionati dai 60 anni. Viene intrrodotto (dal 2020) un abbonamento biennale a 297 euro all'anno e l'annuale potrà essere rateizzato (27,50 euro al mese). 

Aumenta il mensile urbano da 35 a 39 euro, mentre il giornaliero passa da 4,50 a 7 euro. Introdotto anche un biglietto valido tre giorni (costerà 12 euro); il settimanale passa da 11,30 a 17 euro e il carnet da 10 corse passa da 13,80 a 18 euro.

Sì al biglietto breve e alla Oyster Card

Nei giorni scorsi era stato dato il via libera al "biglietto breve", che verrà introdotto nel 2020 e sarà destinato a chi fa poche fermate o a chi fa un viaggio sensibilmente più breve dei 90 minuti di validità del biglietto ordinario (è ancora da stabilire). Costerà di meno, forse 1,40 euro. Altra novità approvata, una tessera prepagata simile alla Oyster Card londinese, che calcola automaticamente la tariffa migliore al passaggio ai tornelli. Un meccanismo già in atto se si usa la carta di credito ai tornelli del metrò. Anche per questa novità occorrerà aspettare un po', ma la decisione c'è stata.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trucco a cui fare attenzione? Ha a che fare con una bottiglietta d’acqua

  • Precipita per diversi metri dal palazzone abbandonato di Desio: 32enne gravissima

  • Controlli in un'officina a Muggiò, scoperto deposito di auto che "scottano"

  • Tragico incidente in moto: morto un uomo di 53 anni di Giussano

  • Niente più code per la scelta del medico di base e per le esenzioni: ecco il numero per le prenotazioni

  • Maltempo a Monza, arrivano i temporali e scatta l'allerta: "Vento fino a 50km/h"

Torna su
MonzaToday è in caricamento