“Bonus affitti”, dal Comune 800 euro alle famiglie: chi ne ha diritto

E’ aperto il bando per chiedere il “bonus affitti”: un contributo una tantum di massimo 800 euro destinato alle famiglie che vivono in affitto. Le domande si possono presentare fino al 15 dicembre. Tutti i comuni che aderiscono

Via al reddito di autonomia lombardo - Foto Alex Falcone

Dalle parole ai fatti. Dalle promesse di aiuto ai soldi. 

Parte ufficialmente il “reddito di autonomia” di Regione Lombardia, che nelle settimane scorse aveva approvato un pacchetto di misure e aiuti rivolto ai cittadini lombardi in condizioni di difficoltà economiche, inquilini morosi, famiglie numerose e pensionati su tutti. 

Le prime ad essere aiutate dal Pirellone, e dal proprio comune di residenza, saranno le famiglie che vivono in affitto in una delle 155 città ad elevata “tensione abitativa”. Per loro, infatti, la Regione ha previsto un “bonus affitti”: un contribuito una tantum fino a un massimo di ottocento euro da spendere per le spese relative al canone di locazione della prima casa. 

Il bonus è destinato a coloro che siano residenti in Lombardia, in possesso di un reddito Isee compreso tra settemila e novemila euro e, naturalmente, che siano in possesso di un contratto di affitto sul libero mercato formalmente registrato. 

Monza, chiaramente, rientra nei comuni selezionati per questa iniziativa, i cui fondi dedicati si aggirano attorno ai 4 milioni e 700mila euro, tutti erogati dalla Regione senza la partecipazione delle amministrazioni comunali. 

Il bando è aperto dal 2 novembre al 15 dicembre 2015 e le domande dovranno pervenire al comune di residenza entro e non oltre la data di chiusura. Per presentare richiesta, spiega il comune di Monza, è necessario presentare carta d’identità, codici fiscali e permessi di soggiorno di tutti i familiari, redditi fiscali di tutti i familiari dell’anno 2014, il contratto d’affitto originale, le ricevute di pagamento del canone di locazione dell’ultimo anno e il saldo del proprio conto corrente al 31 dicembre del 2014. 

Chiari i requisiti del bando: chi vorrà richiedere il bonus affitti dovrà essere titolare di un contratto di locazione, valido e registrato, di un appartamento non più grande di 110 metri quadrati, per le famiglie con quattro componenti; deve essere cittadino italiano o europeo purché residente in Italia da dieci anni o in Lombardia da cinque; e deve avere un reddito Isee inferiore ai novemila euro. 

A prendere parte al bando, nella provincia di Monza e Brianza, saranno: Agrate Brianza, Arcore, Boviso Masciago, Brugherio, Carate Brianza, Cesano Maderno, Concorezzo, Desio, Giussano, Lentate sul Seveso, Limbiate, Lissone, Meda, Muggiò, Nova Milanese, Seregno, Seveso, Varedo, Vedano al Lambro e Vimercate. 

QUI LA DOMANDA PER RICHIEDERE IL “BONUS AFFITTI”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Bellusco: travolto da un furgone mentre è in moto, muore 35enne

  • Incidente in tangenziale Est, schianto tra auto e moto: grave 51enne

  • Travolto e ucciso mentre attraversa la strada, muore ragazzo di 23 anni a Carate

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Riapre il cinema Capitol a Monza, grande festa e proiezioni gratuite

  • Fa arrestare l'ex fidanzato che la picchia ma finisce nei guai: 26enne affittava casa in nero

Torna su
MonzaToday è in caricamento