Confindustria, il nuovo presidente è Carlo Bonomi: viene da Assolombarda

Designato dal consiglio generale dell'associazione degli imprenditori

E' Carlo Bonomi il presidente nazionale designato di Confindustria. Presidente uscente di Assolombarda dal 2017, Bonomi è stato scelto dal consiglio generale dell'associazione degli imprenditori (riunitosi in video conferenza) con 123 preferenze. Succede a Vincenzo Boccia e ha sconfitto Licia Mattioli, vice presidente uscente. La nomina dovrà avere il gradimento dell'assemblea dei delegati, convocata per il 20 maggio 2020.

Classe 1966, cremasco di origine, Bonomi è presidente del consiglio d'amministrazione di Synopo Spa, società che opera nella strumentazione e consumabili per la neurologia, con sede a San Giuliano Milanese. Membro del consiglio generale di Confindustria, dal 2017 è membro del consiglio generale di Aspen Institute Italia e del consiglio d'amministrazione di Ispi (Istituto per gli studi di politica internazionale) nonché, dal 2018, del cda della Bocconi. Inoltre è past president della Onlus monzese Cancro Primo Aiuto.

Gli auguri di Fontana, Bonometti, Gelmini

«Complimenti e in bocca al lupo a Carlo Bonomi, lo attende un impegno importante. Una grande sfida che, ne sono certo, con la sua esperienza e la sua professionalità, saprà vincere ottenendo risultati importanti. Il fatto poi di avere ai vertici di Confindustria un presidente della nostra regione è per tutti noi un motivo di soddisfazione in più, così come proprio l'importante esperienza maturata a Milano gli consentirà di ricoprire questo incarico con quella concretezza tipica dei lombardi», ha commentato il governatore della Lombardia Attilio Fontana.

«Confindustria Lombardia augura buon lavoro a Carlo Bonomi per la designazione a presidente di Confindustria. La presidenza Bonomi ha di fronte a sé una serie di sfide epocali e il sistema confindustriale lombardo garantirà tutto il supporto necessario per affrontarle e vincerle. Con Bonomi l'industria italiana inizia una nuova stagione all'insegna del cambiamento. La gestione responsabile del post emergenza Covid-19 nelle aziende, il supporto alle imprese duramente colpite dal lockdown nella più profonda crisi economica dalla Seconda Guerra Mondiale, la definizione delle nuove priorità del sistema industriale italiano nel medio-lungo periodo, la concorrenza globale, il reshoring delle produzioni, l'abbattimento della burocrazia, il rapporto con l'Europa e con i nostri partner-competitors, il rinnovamento interno di Confindustria: sono solo alcune delle tante sfide che abbiamo di fronte e che necessitano della massima compattezza e responsabilità di tutto il mondo della rappresentanza industriale al fine di contribuire a risollevare le sorti del nostro Paese». Così Marco Bonometti, presidente di Confindustria Lombardia.

«Il ruolo dell'impresa, mai come oggi, è decisivo per portare il Paese fuori dall'emergenza sanitaria. Il tessuto sociale ha bisogno di corpi intermedi responsabili e coraggiosi»: è l'augurio di Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lite tra automobilisti degenera, agenti aggrediti all'incrocio: quattro denunce

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Monza, è morta Rossana Lorenzini, la mamma di Pippo Civati

Torna su
MonzaToday è in caricamento