Maxi evasione fiscale, imprenditore arrestato in Brianza

L'uomo è il fondatore di Viesse International con quartier generale a Usmate Velate. Secondo la gdf, le sue società non avrebbero versato né imposte né contributi

Maxi evasione fiscale scoperta

Un imprenditore di Monza, di 44 anni, è stato arrestato all'alba di venerdì 20 settembre per una presunta maxi frode fiscale, con evasione di imposte e contributi previdenziali che la guardia di finanza di Milano quantifica in circa 50 milioni di euro, valore che è stato preventivamente sequestrato tra i beni delle società.

Il blitz è stato effettuato nelle sedi del gruppo Viesse International Holding, leader nella fornitura di servizi alle aziende: il gruppo è composto da dieci società con quartier generale a Usmate Velate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto riferito dalla guardia di finanza, le società del gruppo "non hanno versato praticamente né imposte all'erario né contributi Inps e Inail" nonostante un fatturato di oltre 82 milioni e 2.200 collaboratori in tutta Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al San Gerardo 20 ventilatori polmonari grazie alla donazione della famiglia Fumagalli

  • Coronavirus, a Monza e Brianza 2.462 casi di Covid-19: 100 in più in un giorno

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: "Vi chiediamo di scaricarla tutti"

  • Monza, fingono di fare la spesa insieme per vedersi: scatta la maxi multa

  • Negli ospedali lombardi oggi più dimessi che ricoverati: in Brianza 90 nuovi casi

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Monza e in Lombardia: le prime previsioni

Torna su
MonzaToday è in caricamento