Maxi evasione fiscale, imprenditore arrestato in Brianza

L'uomo è il fondatore di Viesse International con quartier generale a Usmate Velate. Secondo la gdf, le sue società non avrebbero versato né imposte né contributi

Maxi evasione fiscale scoperta

Un imprenditore di Monza, di 44 anni, è stato arrestato all'alba di venerdì 20 settembre per una presunta maxi frode fiscale, con evasione di imposte e contributi previdenziali che la guardia di finanza di Milano quantifica in circa 50 milioni di euro, valore che è stato preventivamente sequestrato tra i beni delle società.

Il blitz è stato effettuato nelle sedi del gruppo Viesse International Holding, leader nella fornitura di servizi alle aziende: il gruppo è composto da dieci società con quartier generale a Usmate Velate.

Secondo quanto riferito dalla guardia di finanza, le società del gruppo "non hanno versato praticamente né imposte all'erario né contributi Inps e Inail" nonostante un fatturato di oltre 82 milioni e 2.200 collaboratori in tutta Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Esselunga, otto Mini vinte nei supermercati di Monza e Brianza

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Follia a Sesto: mamma si lancia col furgone contro la caserma dopo l'arresto del figlio

  • Maxi controllo in Brianza, 70 auto fermate in poche ore: multe e patenti ritirate per l'alcol

  • Precipita nel vuoto da una cascata di ghiaccio: Lorenzo muore sotto gli occhi dei suoi amici

  • Incidente a Cinisello Balsamo, uomo e donna investiti da un'auto: lui è gravissimo

Torna su
MonzaToday è in caricamento