A dicembre licenziati 236 operai in provincia, quasi mille in Lombardia

I dati sono della Fiom. L'anno si chiude malissimo per le tute blu, in particolare per chi lavora in aziende al di sotto dei 15 dipendenti

MONZA - Sotto l'albero di Natale, non un regalo: il licenziamento.  Un presente inaspettato quanto poco gradito. Il 2012 non è stato certo un anno positivo per la grande industria; la chiusura è stata all'altezza, con 895 posti di lavoro persi in Lombardia. I dati sono della FIOM.  Il 20% del totale dei licenziamenti è avvenuto a Milano e provincia (236 persone), seguono Brescia (160), Monza e Brianza (110), Como (105), Bergamo (101).

"Ci troviamo in presenza di numeri che devono far riflettere e riconfermano la gravità della situazione del 2012" - commenta Mirco Rota, segretario generale Fiom Cgil Lombardia in una dichiarazione al sito Rassegna.it - Siamo preoccupati anche perché in questi giorni entrano in vigore le nuove norme per la pensione. Per i lavoratori licenziati sarà quindi più difficile arrivare al prepensionamento e, a a causa della crisi, molto difficile trovare un nuovo lavoro".

Particolarmente grave la situazione delle persone licenziate tramite la legge 236, prevista per le aziende con meno di 15 dipendenti: non hanno diritto ad alcun tipo di ammortizzatori sociali.  Per cercare di arrivare alla fine del tunnel, la proposta di Rota è riassumibile in due punti: "Rafforzare le politiche attive e potenziare gli ammortizzatori sociali, a partire dal contratto di solidarietà che permette di diminuire l'orario mantenendo posti di lavoro".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Bimba di 10 anni di Villasanta muore in un incidente mentre è in vacanza con i genitori in Tunisia

  • Guida una moto senza patente, revisione né assicurazione, multa da oltre 6mila euro

  • Autovelox in Lombardia, dove sono i controlli della velocità dal 9 al 15 settembre: le strade

  • Grave incidente a Monza di ritorno dopo motoraduno, l'appello: "Aiutateci a trovare il nostro angelo custode"

  • Niente più code per la scelta del medico di base e per le esenzioni: ecco il numero per le prenotazioni

Torna su
MonzaToday è in caricamento