Online banking: la potenza di aprire un conto online sempre e ovunque

L'online banking (o home banking) è diventato un servizio essenziali. Ecco come funziona e quali sono i vantaggi che offree

Seguendo i dati dell’Abi raccolti in partecipazione con il Gfk-Eurisko, più della metà dei clienti delle banche italiane lavora con il mobile banking, lasciando emergere un dato molto importante e cioè l’aumento di questo fenomeno di almeno il doppio, solo in quest’ultimo anno. Complice l’implemento dello smart working in tutto il Paese, l’utilizzo sempre più ampio del PC e il ricorso al web per qualsiasi problematica, l’internet banking ha subito un vero e proprio boom ancora in crescita.

L’idea di trasformare lo smartphone in una filiale bancaria è proprio quello che mancava in una società tecnologica come quella attuale. Utile, pratico ma anche necessario, in un periodo come questo del Coronavirus che impedisce di uscire liberamente anche solo per andare in banca. Per questo, sempre più Istituti di Credito mettono a disposizione le applicazioni più idonee per controllare movimenti, disporre bonifici o verificare saldi, direttamente dal proprio cellulare.

Oltre che per ragioni di opportunità, è diventato indispensabile per le banche conformarsi alle più moderne tecnologie se vogliono continuare a lavorare con la propria clientela, grazie alla diffusione di app disponibili per iPhone, iPad, Android, ma anche Windows Phone e i più disparati smartphone. Tutto quello che serve per predisporre il pagamento di bollettini, Rav, fare ricariche ai cellulari e tutto quanto viene eseguito in filiale.

I vantaggi dell’online banking

Il primo vantaggio riscontrato è quello di non fare file in banca. Il pensiero di poter eseguire il 60% delle operazioni comodamente dal proprio smartphone in qualunque momento, semplifica la vita facendo riappropriare i clienti più occupati di buona parte del loro prezioso tempo.

Ma quali sono le operazioni davvero eseguibili e le funzionalità da sfruttare? L’home banking è una funzione che si trova in tutti i conti correnti, una specie di banca virtuale alla quale è possibile accedere inserendo i dati del proprio conto corrente online. Ogni piattaforma è dotata di un menu che consente la gestione dei prodotti bancari accettati e sottoscritti in sede contrattuale. Si parte dal conto corrente ai conti deposito, dalle carte di pagamento al portafoglio titoli e così per tutte le operazioni ordinarie. Il successo di questa rivoluzionaria metodologia è stato tale da aver favorito la nascita di banche completamente online.

Si pensi al beneficio che possono trarre alcune categorie di clienti come gli imprenditori, che hanno tantissimi impegni e devono inserire il rapporto con la banca tra una responsabilità e l’altra. Professionisti che passano il giorno tra il disbrigo di pratiche amministrative e i clienti allo studio, business men ai quali l’open banking risolve molti problemi.

Accedendo all’area privata, sarà possibile:

  • controllare il saldo del proprio conto corrente per verificare la capienza di provvista in vista di nuovi pagamenti;
  • fare un giroconto dal conto corrente alla carta prepagata;
  • pagare bollette;
  • liquidare imposte;
  • spostare somme di denaro da un conto all’altro per le più svariate esigenze.

Normalmente, non ci sono commissioni aggiuntive su queste operazioni ma solo un costo annuale per mantenere il servizio. Le piattaforme online sono semplici da usare e intuitive, anche per chi non ha praticità con le nuove tecnologie. Anche la sicurezza è garantita dai sistemi bancari ad elevata protezione della Privacy, basti considerare che molti dei servizi di online banking includono la funzione di mobile token e cioè la possibilità di creare in modo automatico un OTP, password valide per un unico utilizzo.

Flessibilità nella gestione e sicurezza delle operazioni

Gestire il proprio conto corrente in piena autonomia, senza dover prendere appuntamento in filiale o attendere file che fanno perdere tempo prezioso, oggi è possibile con il sistema di online banking messo a disposizione da moltissime banche. Accedere ai propri conti 24 ore su 24 è comodo per eseguire operazioni improvvise e straordinarie, per necessità che sopravvengono e per le quali è necessaria un’azione rapida, senza dover attendere la riapertura della banca il giorno dopo.

Questa funzionalità è ideale anche per chi fa trading online, perché consente il controllo dell’andamento dei titoli quotati in borsa quando si ha tempo e acquistare e vendere in piena autonomia, senza il bisogno di chiamare il proprio consulente per eseguire l’operazione.

Il sistema di open banking, inoltre, offre una riduzione dei costi di gestione e di intermediazione, perché non vi è la necessità di intervento dello sportello. Questo non significa assenza di intervento della banca né abbandono del cliente: la banca, infatti, continua a monitorare le operazioni che vengono effettuate attraverso un servizio di assistenza sempre presente in caso di bisogno. Alcune banche utilizzano la chat online, altre il call center, altre ancora un numero verde per i soli correntisti online.

Il fintech

Figlio dell’online banking è il fintech, sviluppatosi in modo straordinario negli ultimi anni, grazie a start-up di successo diventate famose in tutto il mondo. Una tecnologia finanziaria, detta anche tecnofinanza, finalizzata alla produzione di applicazioni dei servizi finanziari, è un settore che si occupa di creare innovazione tecnologica nel mondo dei servizi finanziari, sviluppando nuove tecnologie sempre più rivoluzionarie.

Oltre alle start-up, ci sono molti gruppi bancari che investono ingenti somme di denaro per finanziare i progetti migliori che vengono immessi sul mercato. Solo per fare qualche esempio, si ricordano PayPal, Satispay, criptovalute come blockchain e altre applicazioni sempre più conosciute.

I migliori servizi di open banking

Considerando i dati dell’Abi e l’esperienza dei gruppi bancari più forti in Italia, è possibile valutare almeno due dei prodotti bancari maggiormente utilizzati attraverso le piattaforme web: i conti corrente e le carte ricaricabili.

Il conto corrente online è stata la vera grande rivoluzione dell’open banking. Spesso, infatti, la gestione del proprio conto come il controllo delle somme disponibili, lo sblocco di bonifici, il giroconto e tutto ciò che riguarda il proprio denaro, rientra tra gli adempimenti che richiedono maggiore dispendio di tempo. Non solo, il servizio del conto corrente online ha diminuito l’affluenza in filiale di almeno la metà dei clienti, creando un sistema fluido e veloce. Una delle maggiori aziende che opera in Italia in questo settore è la banca Penta, con specifiche anche per imprenditori, PMI e start-up e formule di conti correnti per il business.

Un altro prodotto molto utilizzato è la carta ricaricabile gratuita, una carta nominativa con le seguenti peculiarità:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • dotata di un proprio iban;
  • ricaricabile;
  • in grado di fare bonifici, pagare bollette, domiciliare forniture di servizi domestici.

Ogni carta può essere personalizzata in base alle esigenze del cliente, come quelle specifiche per i giovani o per chi deve affrontare un viaggio in Europa, ma può essere usata anche da coloro che vogliono avere un sostitutivo di contante da sfruttare in caso di necessità, attraverso il prelievo dagli ATM. È possibile richiederla online e non ha alcun costo di commissione, salvo quello mensile o annuale di gestione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lite tra automobilisti degenera, agenti aggrediti all'incrocio: quattro denunce

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Monza, è morta Rossana Lorenzini, la mamma di Pippo Civati

Torna su
MonzaToday è in caricamento