L'Ospedale di Giussano rischia di chiudere i battenti

Il 2 ottobre c'è stata un'assemblea davanti alla struttura dove insieme alle domande si è cercato di trovare delle risposte

Il presidio davanti all'Ospedale di Giussano

Quale futuro per l’Ospedale di Giussano?

A chiederselo sono in tanti, tra cui le cento persone, tra lavoratori e cittadini, che il 2 ottobre hanno dato vita a un’assemblea sul marciapiede davanti alla struttura che, oltre alle domande, hanno cercato di darsi delle risposte.

Alla presenza dei sindaci di Giussano, Carate, Lentate e Meda, del Direttore generale dell’Azienda ospedaliera Desio Vimercate e il Commissario straordinario dell’ASL MB si è parlato dell’utilità di istituire un tavolo di confronto sulla questione dell’Ospedale di Giussano che è innanzitutto occupazionale con il rischio corso dai lavoratori della struttura, sanitario per le difficoltà dei cittadini all’accesso ai servizi a causa delle liste d’attesa e politico in termini di riorganizzazione e sviluppo.

A sintetizzare il dramma che l’Ospedale di Giussano sta vivendo è Lorella Brusa, segretaria Cgil di Monza e Brianza che ha dichiarato: “In vista della riforma sanitaria regionale con il più grande polo di Carate a 5 Km, l’ospedale di Giussano rischia di chiudere, se non si interviene con una riorganizzazione strutturale. Non è possibile spogliare il territorio dei propri presidi sanitari: questi vanno ripensati, diversificando l’offerta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa la spesa e paga con bancomat rubato poi lo nasconde nelle mutande: denunciato

  • Prostituzione e atti osceni nel parcheggio, maxi controllo dei carabinieri al Colleoni

  • Tragedia in stazione, ragazzo travolto dal treno mentre attraversa i binari: linea bloccata

  • Cosa fare a Monza e in Brianza nel weekend: mercatini, nuove mostre ed eventi per bambini

  • Usmate Velate, schianto tra due auto sulla provinciale: morto un ragazzo di 26 anni

  • Incidente sul lavoro in fabbrica a Biassono, operaio si ferisce alla mano con la fresa

Torna su
MonzaToday è in caricamento