Come diventare fumettista

Ti piace disegnare, e ti sei accorto di avere un talento speciale nel copiare i personaggi dei tuoi fumetti preferiti? La professione del fumettista potrebbe fare al caso tuo

Foto di Andrew Martin da Pixabay

Per poter intraprendere la professione di disegnatore fumettista occorrono in primis un talento di base, e poi una buona scuola.

Una tecnica molto utile è anche quella di allenarsi copiando i propri fumetti preferiti per poi provare a disegnarli da soli: è il primo passo per capire se il talento c'è. Una caratteristica importante che un disegnatore di fumetti deve avere è quella di conservare immutate la fisionomia e la personalità di un personaggio, in quanto deve essere sempre riconoscibile nel tempo. Non stiamo indatti parlando di un mestiere proprio semplice: motivo per cui, prima di decidere di intraprendere questa strada, bisogna assicurarsi di conoscere bene la professione e tutti i suoi risvolti. 

Ma qual è il percorso giusto per diventare fumettista?

Come prima cosa è giusto premettere che per fare il fumettista non occorre nessun titolo di studio particolare, ma bisogna saper disegnare bene e, ovviamente, saper fare un fumetto. Essere quindi portati alla scrittura e al disegno è fondamentale. Esistono diverse scuole in Italia che insegnano a diventare fumettista, anche se nessuna di esse - seppur ben gestite - garantisce un lavoro sicuro a chi vuole svolgere questa professione. I motivi sono principalmente due: il primo riguarda il mercato italiano, che è in grado di reperire solo un numero limitato di disegnatori all’anno, il secondo riguarda proprio le scuole, poichè nessuna di esse è inserita nelle varie strutture editoriali e produttive.

Più che frequentare scuole, si consiglia dunque di puntare su seminari, corsi e laboratori, che i Comuni, le biblioteche e le associazioni culturali organizzano in molte città d'Italia. Parliamo di lezioni che hanno mediamente la durata di due ore, prezzi accessibili e che in alcuni casi sono anche gratuite, tenute da esperti del settore come sceneggiatori e disegnatori che forniscono le informazioni necessarie a chi vuole svolgere questo mestiere.

A differenza di qualche anno fa, dove gli editori cercavano bravi autori anche non esperti offrendo loro la possibilità di effettuare un tirocinio retribuito per crescere e formarsi del tutto come fumettista, oggi purtroppo accettano per la maggior parte dei casi solo professionisti esperti. La strada migliore per trovare lavoro in questo campo è quella di presentarsi direttamente alle agenzie, chiamandole per fissare un colloquio dove si presenteranno i lavori svolti. 

Il disegnatore deve innanzitutto dimostrare di avere un’ottima padronanza del disegno e di saper creare i personaggi, presentandosi con del materiale realizzato da lui, come alcuni disegni realizzati a matita e a china, oltre ad alcune tavole che rappresentino una piccola sceneggiatura. E sperare di essere notato per la qualità del suo lavoro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perché gli ITS possono essere una valida alternativa all’Università

  • Sogni di fare l’influencer? Arriva il corso di laurea che fa al caso tuo

  • Di che cosa si occupa e come si diventa informatore cosmetico

  • Insegnare italiano agli stranieri: quale percorso intraprendere

Torna su
MonzaToday è in caricamento