Genitori: come affrontare la chiusura delle scuole

Bambini a casa da scuola a lungo? Nienta panico: ecco qualche semplice regola per organizzare le loro giornate, senza che ne risentano troppo

Foto di Ruslan Gilmanshin da Pixabay

Tra le misure anti Coronavirus adottate dal governo c’è anche la chiusura delle scuole, situazione che ha portato i genitori a dover affrontare una condizione casalinga e lavorativa straordinaria. Tutto questo ha suscitato molti dubbi e incertezze su come gestire al meglio la cosa, salvaguardando il bene e la sicurezza dei propri figli. 

Le famiglie italiane, ormai da settimane, si trovano infatti a dover trascorrere tutto il tempo nelle loro case. E l'obiettivo è uno solo: non stravolgere le abitudini e la routine dei più piccoli, così da preservare la loro serenità.

A riguardo gli esperti hanno messo a disposizione alcune regole fondamentali per passare al meglio queste difficili settimane, e per affrontare la chiusura delle scuole in tutta serenità.

Coinvolgere i figli nel programma delle attività giornaliere. Per rendere partecipi i più piccoli, è importante coinvolgerli nella programmazione della giornata, ascoltando anche quelle che sono le loro proposte per quanto riguarda le attività da svolgere.

Attenzione all’alimentazione. La noia dovuta allo stare chiusi in casa per diversi giorni potrebbe portare ad esagerare con i cosiddetti "pasticci". Bisogna quindi fare attenzione a non abusare di dolcetti, patatine e bevande gassate che, se consumati in abbondanza, non risultano essere proprio salutari.

Organizzazione delle abitudini e degli orari. Per non perdere il ritmo quotidiano a cui siamo abituati, si consiglia di tenere la stessa sveglia e gli stessi orari dei pasti tenuti durante il periodo pre-Coronavirus. 

Giocare insieme ai propri figli e coinvolgerli nelle attività casalinghe. Non andando a scuola, i più piccoli dovranno essere coinvolti e stimolati affinché non si annoino troppo e non si rattristino. La cosa giusta da fare è passare del tempo insieme a loro giocando o disegnando, cercando di tenere allenata la loro mente. Anche coinvolgerli nelle attività principali come le pulizie o la preparazione dei pasti è un ottimo modo per tenere impegnati i pensieri e il corpo dei ragazzi. 

Stimolare la didattica online. È importante che i genitori spingano i figli ad utilizzare gli strumenti forniti dalle scuole per studiare o svolgere i compiti. È fondamentale far capire ai ragazzi che oltre ad essere un modo per non restare indietro col programma didattico, questa attività risulta essere anche un'occasione per imparare qualcosa di nuovo.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attività fisica. Durante questi giorni dove la sedentarietà la può fare da padrona, si consiglia di svolgere insieme ai figli dell’attività fisica o degli esercizi. Per chi non ha un giardino, sono diverse  le soluzioni che si possono adottare anche in casa: basta spulciare tra i tutorial di YouTube.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
MonzaToday è in caricamento