Enpa Monza, è allarme tartarughe: "Vengono abbandonate nei laghetti e nelle fontanelle"

I volontari di via San Damiano lanciano un appello ai proprietari

È allarme abbandono tartarughe a Monza. Nell'ultimo mese sono arrivate una decina di testuggini nella struttura di via San Damiano: tartarughe abbandonate dai proprietari nelle pozze d'acque ella città (laghetti del Parco, ma anche nelle fontanelle).

Il motivo? Da alcuni mesi per vivere con alcune tartarughe bisogna denunciarne il possesso. "Non si tratta di un capriccio dell'ultim'ora, né queste tartarughe sono diventate improvvisamente antipatiche — rimarcano i volontari con una nota —. Il fatto è che si tratta di specie altamente invasive che hanno finito con l'alterare gli ecosistemi in cui sono state introdotte".

E le specie da denunciare sono tre: le testuggini a guance gialle (Trachemys scripta scripta), di quella dalle orecchie rosse (Trachemys scripta elegans) e dalle orecchie arancioni (Trachemys scripta troostii). La registrazione è gratuita: basta scaricare, compilare e restituire questo modulo entro il 13 agosto. 

Potrebbe interessarti

  • Cosa sono i poke bowl e dove mangiarli a Monza e provincia

  • Pulizie casalinghe: come va trattato il legno

  • I 5 migliori locali per l’aperitivo a Monza e provincia

  • I 10 cibi da non mettere mai in frigorifero

I più letti della settimana

  • Finisce contro un'auto in moto e muore a 29 anni, tragico incidente a Cusano Milanino

  • Cambia il Codice della Strada: le novità

  • Incidente sull'Autostrada A4: schianto tra due camion, traffico in tilt e sei chilometri di coda

  • Monza, attraversa il passaggio a livello: travolta e uccisa dal treno, circolazione in tilt

  • Si rovescia il muletto nel negozio, ferita una cliente mentre fa acquisti

  • Stroncato da una malattia a 33 anni, muore giovane papà ed ex calciatore

Torna su
MonzaToday è in caricamento