Enpa Monza, è allarme tartarughe: "Vengono abbandonate nei laghetti e nelle fontanelle"

I volontari di via San Damiano lanciano un appello ai proprietari

È allarme abbandono tartarughe a Monza. Nell'ultimo mese sono arrivate una decina di testuggini nella struttura di via San Damiano: tartarughe abbandonate dai proprietari nelle pozze d'acque ella città (laghetti del Parco, ma anche nelle fontanelle).

Il motivo? Da alcuni mesi per vivere con alcune tartarughe bisogna denunciarne il possesso. "Non si tratta di un capriccio dell'ultim'ora, né queste tartarughe sono diventate improvvisamente antipatiche — rimarcano i volontari con una nota —. Il fatto è che si tratta di specie altamente invasive che hanno finito con l'alterare gli ecosistemi in cui sono state introdotte".

E le specie da denunciare sono tre: le testuggini a guance gialle (Trachemys scripta scripta), di quella dalle orecchie rosse (Trachemys scripta elegans) e dalle orecchie arancioni (Trachemys scripta troostii). La registrazione è gratuita: basta scaricare, compilare e restituire questo modulo entro il 13 agosto. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Precipita per diversi metri dal palazzone abbandonato di Desio: 32enne gravissima

  • Il trucco a cui fare attenzione? Ha a che fare con una bottiglietta d’acqua

  • Controlli in un'officina a Muggiò, scoperto deposito di auto che "scottano"

  • Tragico incidente in moto: morto un uomo di 53 anni di Giussano

  • Maltempo a Monza, arrivano i temporali e scatta l'allerta: "Vento fino a 50km/h"

  • Tre chili di cocaina e marijuana nel controsoffitto del centro estetico: arrestato 41enne

Torna su
MonzaToday è in caricamento