Un orto-giardino urbano a Monza: presentato il progetto City Farmers

Un terreno agricolo comunale di 7mila metri quadrati a Sant'Albino entro due anni diventerà uno spazio condiviso cittadino dove coltivare, creare spazi di condivisione per ritrovarsi in compagnia, allestire un percorso vita o ancora un'area pic-nic. I cittadini decideranno come sarà

L'assessore Dell'Aquila insieme a Claudio Palvarini

Partecipazione, condivisione e sostenibilità.

​Questi i temi guida del progetto City Farmers che prevede la realizzazione a Sant'Albino in via Adda di un giardino-orto urbano condiviso su un terreno agricolo comunale di 7mila metri quadrati.

I cardini del percorso di ideazione che nel giro di due anni vuole consegnare ai cittadini uno spazio verde da coltivare, gestire, vivere e condividere, grazie al coinvolgimento, dopo il bando del 2013, del Consorzio Sociale C&L, è stato illustrato martedì mattina in Comune a Monza alla presenza dell'assessore alle Politiche di Sostenibilità Francesca Dell'Aquila e di Claudio Palvarini, rappresentante di Lavoro e Integrazione, una delle cooperative consorziate che si occuperanno del progetto. 

"Monza ha voluto investire su questa nuova forma di partecipazione sulla scia del successo della tradizione degli orti urbani raccolto all'estero" ha spiegato l'assessore Dell'Aquila mostrando le fasi di realizzazione del progetto su cui l'amministrazione del capoluogo brianzolo ha investito un budget di oltre 80mila euro, puntando sulla sostenibilità ambientale e sulla partecipazione.

L'area interessata dall'iniziativa è un terreno agricolo comunale in via Adda, nel quartiere Sant'Albino, proprio dietro al lavaggio auto: qui 7mila metri di verde si trasformeranno in un'oasi cittadina di condivisione e partecipazione secondo i suggerimenti e le proposte che arriveranno proprio dai residenti. 

"La proposta nasce da un tavolo di coprogettazione le cui linee guida sono state condivise con il Comune di Monza e ci permetteranno di interpellare direttamente i cittadini per creare un luogo dove coltivare la terra ma anche uno spazio aperto a tutti dedicato al tempo libero" ha spiegato Claudio Palvarini.

A seconda delle proposte che verranno avanzate dai cittadini nei vari momenti di condivisione organizzati dal comune, di cui il primo in programma per il 25 marzo alle ore 21 a Cascina Bastoni, presso il centro civico di via Mameli, l'area potrà diventare un orto urbano collettivo, uno spazio verde da attrezzare con un'area giochi per bambini o ancora prevedere un'area per pic-nic, barbecue, per organizzare feste di compleanno in famiglia, o allestire un percorso vita. 

Il progetto si rivolge a tutti i cittadini interessati a diventare City Farmers: famiglie con bambini, coppie, persone singole e anziani. Non serve avere precedenti esperienze di coltivazione o di gestione di orti: le associazioni che supervisioneranno il percorso di creazione dello spazio dell'orto-giardino urbano organizzeranno anche una serie di incontri e di corsi, aperti a tutti, sul tema della coltivazione sostenibile e sulle tecniche di cura naturali e rispettose dell'ambiente. 

Dopo una prima fase propositiva, che prevede il coinvolgimento dei cittadini per raccogliere le loro proposte attraverso una serie di incontri, si procederà con l'avvio dei cantieri di partecipazione per la pulizia e la preparazione dell'area. Quando sarà pronto un progetto condiviso basato sui principi di sostenibilità ambientale e semplicità costruttiva, si predisporranno i cantieri per la realizzazione dello spazio di condivisione che non mancherà di una serie di regole per l'utilizzo dell'area nel rispetto dell'ambiente e della collettività.

La forma e le funzioni che i cittadini vorranno dare a questo orto-giardino urbano ancora sono da definire ma sarà un luogo che arricchirà di verde la città e coinvolgerà direttamente chi vorrà partecipare nella sua creazione, conservazione e gestione all'insegna della sostenibilità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Decathlon, a febbraio si abbassano le serrande del negozio di Vignate

  • Scende dall'auto per togliere il telo sul parabrezza ma resta incastrata con la testa nella portiera: soccorsa donna

  • Valassina, lavori di manutenzione nel tunnel di Monza: le chiusure tra il 16 e il 20 dicembre

  • Dramma a Brugherio, trovati senza vita in casa un uomo e una donna

  • Incidente in Valassina, scontro tra tre auto: due persone in ospedale

  • Malore fatale, muore a 65 anni il fotografo brianzolo Attilio Pozzi

Torna su
MonzaToday è in caricamento