Hai ricevuto una multa per autovelox? Ecco come vedere la foto

Hai preso una multa per eccesso di velocità o per essere passato col rosso? Noi ti suggeriamo come visionare la foto, online o meno, così da poter verificare che non sia stato commesso un errore

Hai ricevuto una multa per aver superato il limite di velocità o per essere passato col rosso, e insieme all’infrazione non ti è stata inviata la fotografia? Niente paura: esistono numerosi modi per vedere l'immagine, online oppure no.

Solo visionando la fotografia, infatti, l'auomobilista può rendersi conto dell'infrazione commessa o, al contrario, di un eventuale errore di targa che gli consentirebbe di fare ricorso contro la multa, al fine di ottenerne l’annullamento. È proprio questo, infatti, lo scopo: visionare la foto scattata dall’autovelox serve a verificare se l’auto interessata è realmente di proprietà della persona a cui è stato recapitato il verbale.

Considerando che i casi di errori o di targhe contraffatte sono numerosi, lo scatto deve riportare la targa dell’auto in maniera facilmente leggibile. Inoltre, all’interno dello stesso non devono essere presenti altre auto in quanto potrebbero sorgere dei dubbi su quale mezzo potrebbe aver fatto scattare l’autovelox (anche questo motivo di contestazione). Infine, un altro valido motivo per presentare ricorso potrebbe essere il caso in cui nella foto scattata per un passaggio col rosso, davanti alla nostra auto si veda una colonna di altri veicoli: questo potrebbe dimostrare che non si è violato il codice della strada, ma si è rimasti imbottigliati nel traffico.

Ma andiamo a vedere quali sono i modi per poter vedere la foto scattata, così da scegliere che più fa al proprio caso.

Online: una volta ricevuta la contravvenzione, leggi bene l’indicazione relativa alla possibilità di visionare il fotogramma direttamente sul sito dell’organo accertatore (è però importante precisare che attualmente non tutti gli enti accertatori dispongono di tale servizio).

Recandosi presso l’ufficio che ha accertato l’infrazione: potrai farlo negli orari di apertura al pubblico, senza dover compilare alcuna richiesta. Con la copia del documento d’identità in corso di validità e una delega compilata, il proprietario del veicolo può anche incaricare una terza persona della visione della foto.

Via e-mail: ti basta inviare una richiesta all’ufficio ricezione atti dell’ente accertatore, compilando un modulo presente sul sito e allegando una copia del documento di identità in corso di validità.

Via pec: se sei munito di un indirizzo pec, puoi avanzare la richiesta all'indirizzo - anch'esso pec - che risulta sul sito dell’ente accertatore.

Per posta ordinaria o a mezzo fax: puoi inviare una lettera o un fax all’organo che ha accertato la contravvenzione, allegando una copia del documento di identità in corso di validità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in A4, travolto da un'auto mentre viaggia in bici in autostrada: morto un uomo

  • Incendio a Monza, fiamme in un capannone: evacuata una scuola

  • Fermato mentre guidava sulla Milano-Meda, arrestato spacciatore a Bovisio Masciago

  • Nuova apertura supermercato Coop a Monza, si cerca personale: ecco le offerte di lavoro

  • Bimba di sei anni sviene mentre è nella vasca e finisce sott'acqua: è gravissima in ospedale

  • Desio, camion incastrato sotto il ponte della ferrovia: traffico in tilt e treni in ritardo

Torna su
MonzaToday è in caricamento