Come difendersi dai furti d’auto

Sono in costante aumento, i furti d'auto. Ecco dunque che adottare le giuste precauzioni diventa fondamentale, per evitare di trovarsi con qualche brutta sorpresa (ancor peggio se in vacanza)

Foto di TheDigitalWay da Pixabay

Non solo aumentano i furti d’auto, ma peggiora anche il dato riguardante le auto ritrovate. Nel 2018, infatti, sono state rubate ben 105.239 automobili contro le 99.987 dell’anno precedente, mentre diminuisce la percentuale delle auto ritrovate, ferma ora al 40%.


Vediamo dunque alcuni consigli utili per difendersi da questo fenomeno, purtroppo in crescita.

I malviventi ormai si sono adattati anche agli ultimi sistemi di sicurezza dimostrandosi sempre più hi-tech, riuscendo anche ad eludere le ricerche delle forze dell’ordine. L’estate, poi, risulta essere il momento migliore per i ladri, i quali approfittano della distrazione degli automobilisti per agire indisturbati, e in pochi istanti dileguarsi nel nulla con l’auto rubata.

Il primo consiglio è quello di non allontanarsi mai dall’auto accesa, neanche per pochi secondi, poiché basta veramente un istante ai malintenzionati per portarla via. Un altro consiglio prezioso, anche in caso di alte temperature, è quello di non lasciare mai fessure aperte nei finestrini o nei tettucci: ai ladri, infatti, basta anche solo una piccola fessura per poter accedere all’abitacolo.

Molto importante è anche il parcheggio: è bene non lasciare la propria auto in posti incustoditi o peggio ancora isolati, per non dare la possibilità ai malviventi di operare in piena libertà, così come sarebbe preferibile cambiare spesso luogo in cui si parcheggia, in modo da non far conoscere le proprie abitudini al ladro che ci ha messo nel mirino. Se poi ci si ferma per più giorni nello stesso luogo, è bene controllare giornalmente che la nostra auto sia al suo posto poiché, in caso di furto, la tempestività nel denunciarlo potrebbe facilitare il ritrovamento del veicolo. Dopo 48 ore dalla sparizione, infatti, le possibilità di ritrovare l’auto calano drasticamente. 


Un altro preziosissimo consiglio è quello di verificare sempre manualmente l’avvenuta chiusura delle portiere, in quanto il segnale del telecomando potrebbe essere deviato attraverso un jammer. Infine, è necessario fare molta attenzione ai tamponamenti truffa: i ladri spesso urtano la vetthra al fine di far scendere il conducente, e di dare così la possibilità ad un complice di salire sull’auto per portarla via.

A chi rivolgersi per montare un anfifurto sulla propria auto

Automotive Tuning - via Fieramosca 29, Monza

Autocarrozzeria Lady - via Cadore 15, Seveso

Galimberti Auto - via Roma 69, Carnate

Carrozzeria Giussani - via Pasubio 18, Lissone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento