Revisione obbligatoria dell’auto: tutto quello che c’è da sapere

In cosa consiste la revisione dell'auto, quando va fatta e cosa si rischia in caso non si rispetti la legge? Ecco tutte le informazioni

Designed by Freepik

La revisione dell'auto è un controllo obbligatorio da farsi dopo quattro anni dall’acquisto del veicolo e, successivamente, ogni due. I controlli effettuati riguardano la sicurezza del mezzo, i suoi consumi e le sue emissioni. Per combattere i casi di frode, lo Stato ha introdotto da marzo 2019 (con possibilità di adeguarsi entro il 2021) l’obbligo da parte delle officine di fornire il certificato di revisione, documento che deve indicare i dati identificativi dell’auto e l’esito della revisione. Nello specifico:

  • targa del veicolo

  • numero di telaio

  • categoria del mezzo

  • chilometraggio registrato al momento del controllo

  • data e luogo della revisione

  • esito della revisione

  • data del successivo controllo o quella della scadenza di quello attuale

I dati sopraelencati dovranno essere trasmessi al Ministero dei Trasporti, mentre il chilometraggio del veicolo verrà inserito nel Portale dell’Automobilista. 

Lo scopo di questo nuovo certificato è quello di impedire le frodi sulle condizioni dell’auto, in particolare quella sui chilometri indicati, spesso contraffatti per rivendere il mezzo con più facilità, ma anche quello di  evitare che auto non in perfette condizioni di sicurezza circolino sulle strade. Inoltre, con l’obbligo di riportare sul certificato i controlli effettuati e i rispettivi esiti, si spera che le officine operino in maniera più attenta e minuziosa. 

I controlli vengono effettuati su:

  • funzionamento dei freni

  • fluidità dello sterzo

  • visibilità

  • funzionamento dell’impianto elettrico

  • condizioni pneumatici e sospensioni

  • integrità del telaio

  • regolarità di rumori e gas di scarico 

  • equipaggiamenti omologati

Se gli esiti di tutte queste voci risultano positivi verrà applicata sulla carta di circolazione un’etichetta con scritto REGOLARE.

Si ricorda che esiste una tolleranza per effettuare la revisione dopo la scadenza, che arriva fino all’ultimo giorno del mese della scadenza stessa. Chi verrà trovato con la revisione non in regola o scaduta, sarà soggetto alle seguenti sanzioni nei casi specifici indicati: 

  • da 169 a 679 euro nel caso in cui si circoli con la revisione scaduta (il veicolo potrà circolare solo per recarsi in officina)

  • da 338 a 1.358 euro nel caso in cui si circoli con un veicolo con più revisioni non eseguite

  • da 422 a 1.695 euro nel caso si venga trovati in possesso di un certificato di revisione falsificato (oltre alla multa, scatta il ritiro della carta di circolazione)

  • 1.957 a 7.829 euro nel caso in cui si circoli con un veicolo sospeso in attesa dell’esito della revisione

Dove effettuare la revisone dell'auto a Monza

Autorevisioni Monza - via E. de Marchi 49

Autofficina | Centro Revisioni Villa - via della Taccona 38

Midas - viale Lombardia 127

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sopra il cielo di Monza, la magia della stella cometa Neowise

  • Trenta ragazzi al parchetto, arriva la polizia locale: due denunce e polemiche sui social

  • "Rave party" in strada a Monza: nel caos, un uomo viene aggredito brutalmente e rapinato

  • Paura a Vimercate, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • Non compila autocertificazione, infermiera non entra in piscina: "Io discriminata"

  • Schianto in moto sulle strade del Trentino, morto 43enne di Cesano Maderno

Torna su
MonzaToday è in caricamento