Stagione nuova, nuove gomme! E altro…

Tempo di manutenzione per gli automobilisti: cosa fare?

Prevenire è meglio che curare: un luogo comune, si dirà. Ma come tale dotato indubbiamente di un alto grado di verità.

Una buona manutenzione e l’attento monitoraggio di una specifica situazione permette di aver sempre ben chiaro il quadro globale della stessa, permettendo di agire con rapidità ed efficacia al suonare dei primi campanelli d’allarme.

Le automobili non sono un’eccezione: la costante manutenzione previene infatti l’insorgere di malfunzionamenti dovuti all’eccessiva usura, tenendo sotto controllo lo stato di salute del veicolo e allungandogli di conseguenza la vita.

Al contrario, la trascuratezza porta inevitabilmente il logoramento a un punto di non ritorno fino a costringere il proprietario a esborsi considerevoli che con maggior attenzione avrebbero potuto essere evitati.

Se questo discorso ha valenza generale, con i cambi stagionali di mezzo la manutenzione non solo è consigliabile, ma necessaria: il mutare delle condizioni climatiche ha un’influenza non indifferente sulle prestazioni dell’auto, sulle sue sollecitazioni e impone agli automobilisti di farsi trovare ben preparati per il cambio, onde evitare piacevoli sorprese.

Come fare? Armiamoci di carta e penna e annotiamoci gli interventi più urgenti.

In primis il cambio gomme, obbligatorio per legge. Chi non si adegua alla normativa entro il 15 aprile corre il rischio di incorrere in sanzioni pecuniarie non indifferenti (da 422 a 1695 euro). Ma la minaccia della legge non può e non deve essere l’unica ragione a motivare la sostituzione degli pneumatici. Con l’arrivo dell’estate cambia sensibilmente anche la temperatura del manto stradale: gli pneumatici estivi garantiscono spazi di frenata migliori, più contatto con l’asfalto e una tenuta generalmente migliore.

Provvedimento urgente, quello del cambio gomme, ma non l’unico: il lungo freddo dell’inverno potrebbe aver reso inefficaci le spazzole di gomma dei tergicristalli, che quindi è bene far controllare ed eventualmente cambiare.

Non solo: il caldo estivo in arrivo tra pochi mesi potrebbe essere fatale sia per la batteria, che con l’aumentare delle temperature corre un rischio più alto di scaricarsi, sia per l’olio del motore. Per evitare di ritrovarsi a piedi proprio in procinto di partire per le ferie, meglio portarsi avanti subito e fare esaminare lo stato di entrambi.

E infine l’aria condizionata: è bene verificare se il condizionatore necessiti di essere ricaricato prima di ritrovarsi imbottigliati nel traffico, nel pieno dell’afa estiva, senza la possibilità di godere del refrigerio dell’aria fresca.

Gomme GPCAR-2

Certo, non è roba da poco! Una manutenzione seria e puntigliosa richiede impegno e dedizione.

Fortunatamente per gli automobilisti, ci sono professionisti a disposizione dell’utenza e in grado di adempiere con competenza a tutti i servizi sopracitati.

Un esempio? G.P. CAR, concessionaria e officina autorizzata per Peugeot, Mitsubishi e SsangYong con sede a Concorezzo, che dal 1996 mette la propria professionalità a disposizione di tutti gli automobilisti del territorio di Monza e Brianza.

Un servizio a 360° comodo, efficace e puntuale. Il sito offre una panoramica esaustiva di  i servizi erogati da GP CAR: tagliando, sostituzione gomme, check-up annuale e cambio dell’olio. Tutto prenotabile comodamente da casa con pochi click, previa compilazione del form online.

Con la primavera già arrivata e l’estate che, se non alle porte, si avvicina a grandi passi, non c’è tempo da perdere.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Si butta a terra all'Esselunga: "Ho fame" e gli regalano spesa. Poi sputa alla guardia

  • Mascherina obbligatoria per uscire: 250mila distribuite gratis a Monza e Brianza

  • Coronavirus, in Brianza 111 nuovi casi: al via la distribuzione (gratis) di mascherine

  • Al San Gerardo 20 ventilatori polmonari grazie alla donazione della famiglia Fumagalli

  • Coronavirus, nuova crescita di casi in Brianza: 141 nuovi contagi. A Monza oltre 500 positivi

  • La lettera dell'infermiera del San Gerardo: "Ho stretto le mani di chi moriva solo"

Torna su
MonzaToday è in caricamento