Continua la "Luna di Miele" tra il sindaco di Ceriano e i separatisti in Donbass

Dante Cattaneo riceve una targa da Lugansk e pubblica la foto su Facebook: "Commosso, la appenderò in Municipio"

Dante Cattaneo con la targa (Fb)

Continua la "luna di miele" tra il sindaco di Ceriano Laghetto Dante Cattaneo (della Lega Nord) e la causa dei separatisti dell'Ucraina dell'Est. Questa volta l'occasione è un concerto tenutosi a Lugansk, una delle due principali città degli Oblast in guerra, da parte del pianista parmigiano Andrea Merlo: questi, in agosto, ha consegnato a Cattaneo una targa inviata al sindaco brianzolo dal presidente della federazione dei sindacati della cosiddetta "Repubblica Popolare di Lugansk", Oleg Akimov.

E' lo stesso Cattaneo a darne notizia sulla sua pagina Facebook, con la fotografia della "consegna". Secondo quanto il sindaco riporta, sulla targa si legge: "Per la solidarietà e il supporto, il coraggio e il desiderio di dire la verità sui tragici eventi in Ucraina, lo sviluppo dei valori democratici nella società, la tua posizione che dà a milioni di persone del Donbass la fiducia sul pacifico accordo del conflitto militare nella nostra terra".

Cattaneo ha commentato: "Sono commosso per questo riconoscimento che appenderò nel nostro Municipio in segno di libertà, pace e amicizia tra i popoli". Intanto, nel Donbass si continua a morire a causa della guerra condotta dalle forze separatiste con l'aiuto determinante della Russia di Vladimir Putin. Vi sarebbe dunque da chiedersi in quale luogo del Municipio di Ceriano Laghetto Cattaneo ha appeso il "riconoscimento": nel suo ufficio personale o in uno spazio pubblico?

Il 29 novembre 2014, Akimov è stato incluso nell'elenco delle persone sottoposte a sanzione da parte dell'Unione Europea (e della Norvegia) con la seguente motivazione: "Membro dell'«Unione economica di Lugansk» presso il «Consiglio nazionale» della «Repubblica popolare di Lugansk». Si è candidato alle cosiddette «elezioni» del 2 novembre 2014 per il posto di «capo» della cosiddetta «Repubblica popolare di Lugansk». Queste «elezioni» violano il diritto ucraino e sono quindi illegali. Nell'assumere e nel rivestire tale carica e nel partecipare formalmente come candidato alle «elezioni» illegali, ha pertanto fornito sostegno attivo ad azioni e politiche che compromettono l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina, al fine di destabilizzare ulteriormente l'Ucraina".

In passato, Cattaneo volle inaugurare, a Ceriano Laghetto, una piazza dedicata ai "Martiri di Odessa", ricordando in un sol tempo sia i morti nell'incendio del palazzo dei sindacati nel 2014 (tragedia per la quale non si è ancora arrivati ad una verità giudiziaria), sia le persecuzioni naziste durante la seconda guerra mondiale. Il gesto creò molta polemica a livello nazionale e divise fortemente l'opinione pubblica cerianese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Incidente sulla Milano-Meda, schianto tra auto e camion: grave 45enne

  • Caponago, la strada diventa bianca: rintracciato camion autore dello "sversamento"

  • Incendio a Monza, fiamme in un capannone: evacuata una scuola

  • Nuova apertura supermercato Coop a Monza, si cerca personale: ecco le offerte di lavoro

  • Cambio di insegna da Rex a Unes, in Brianza aprono i battenti quattro nuovi supermercati

Torna su
MonzaToday è in caricamento