"Ospedale vecchio" di Vimercate, il sindaco scrive alla Regione: "Ci sono i 7 milioni?"

Paolo Brambilla scrive all'assessore regionale alla Salute: "Le chiedo conferma dell'avvenuto stanziamento delle risorse. Si parlava allora di 7 milioni"

L'ospedale vecchio di Vimercate

Una lettera per chiedere aggiornamenti. Una lettera per far sentire che l'attenzione è alta. Il sindaco di Vimercate, Paolo Brambilla, ha scritto all'assessore regionale alla Salute, Mario Mantovani, per capire a che punto sono i lavori di ristrutturazione - in realtà ancora non iniziati - della palazzina di via Cereda, che l'azienda ospedaliera lo scorso luglio aveva messo a disposizione dell'Asl. 

"Gentile Assessore - scrive il primo cittadino - lo scorso luglio ho con piacere preso atto della sottoscrizione dell’accordo tra Azienda Ospedaliera e Asl per la cessione a quest’ultima di alcuni spazi dell’ex Ospedale, nello specifico la palazzina di via Cereda, e dell’impegno da Lei manifestato nel corso della visita a Vimercate a garantire lo stanziamento delle risorse necessarie all’operazione di ristrutturazione della palazzina, al fine di insediarvi i servizi Asl del Vimercatese, concentrandoli tutti in un’unica sede centrale. Si parlava allora di 7 milioni di euro". 

"Questa operazione - sottolinea Brambilla - ha un significato molto importante per la nostra città, in primo luogo perché rivitalizzerebbe l’area anche in anticipo rispetto a quello che sarà l’intervento complessivo previsto dall’Accordo di Programma sottoscritto da Regione Lombardia, Comune di Vimercate, Azienda Ospedaliera ed altri nel mese di aprile del 2009, con le attese positive ricadute sulla vivibilità del nostro Centro Storico; in secondo luogo - continua il sindaco - perché sarebbe un primo segno di contrasto e di riappropriazione all’uso pubblico dell’area che negli ultimi periodi è stata protagonista di atti di vandalismo e di uso improprio degli edifici". 

Il piano, insomma, sembra buono. Ma di interventi, al momento, neanche l'ombra. "Da tempo è infatti operativo il tavolo di lavoro per l’avvio del programma integrato di intervento applicativo delle previsioni dell’Accordo di Programma, ma - evidenzia Brambilla - non abbiamo però ad oggi nessuna novità sulla più semplice operazione di ristrutturazione delle vecchie medicine, che tutti abbiamo convenuto potere anticipare parte delle previsioni dell’Accordo di programma. L’attivazione di questo intervento garantirebbe una più celere definizione dei contenuti del redigendo programma integrato di intervento complessivo, con il conseguente raggiungimento dei rilevanti interessi pubblici progettati, tra i quali la valorizzazione delle aree di Azienda Ospedaliera". 

"Con la presente - conclude il sindaco - le chiedo conferma dell’avvenuto stanziamento delle risorse necessarie per la ristrutturazione della palazzina di via Cereda e dei provvedimenti assunti in tal senso da parte di Regione Lombardia così come da impegni assunti, ed una previsione rispetto ai tempi entro i quali Regione Lombardia, per il tramite delle azioni di Asl ed azienda ospedaliera possano dare corso all’intervento per il quale nel luglio scorso erano appunto stati assunti precisi indirizzi ed impegni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento