Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Rissa al Pirellone, il parapiglia tra consiglieri durante la seduta fiume sul bilancio

 

Accenno di rissa in consiglio regionale nella serata di giovedì 25 luglio, al Pirellone, durante la seduta-fiume sull'assestamento di bilancio 2019-2021. Al tema erano dedicate le giornate di giovedì e venerdì ma ad un certo punto le opposizioni hanno iniziato a praticare ostruzionismo, per protesta contro la decisione della maggioranza di centrodestra di reintrodurre l'obbligo di sepoltura dei feti.

La tensione in aula è salita alle stelle e a un certo punto si è scatenato un parapiglia tra consiglieri di diversi gruppi, di maggioranza e di opposizione. Particolarmente scatenato il leghista "borgheziano" Massimiliano Bastoni, che ad un certo punto si è scagliato contro un gruppo di consiglieri d'opposizione e soltanto la prontezza di riflessi di suoi colleghi (della Lega e di altri gruppi) ha evitato il peggio.

Secondo quanto può apprendere MilanoToday, Bastoni ce l'aveva in particolare con Dario Violi del Movimento 5 Stelle, e il tema del contendere sarebbe stata proprio la reintroduzione dell'obbligo di seppellire i feti, che ha fatto molto discutere. Tutto si era originato durante l'intervento a microfono di Carlo Borghetti (Pd). Intervento più volte interrotto dai leghisti con varie urla. E mentre Violi contestava queste interruzioni, la vice presidente d'aula Francesca Brianza (Lega) ignorava le urla dei suoi colleghi di partito e invitava Borghetti a concludere l'intervento. Questo ha scatenato il putiferio.

Potrebbe Interessarti

  • Salvini ad Arcore parla alla festa della Lega: "Fottutissima zingara, ti radiamo al suolo la casa"

  • Vanno a fare la spesa, poliziotti si trovano faccia a faccia con rapinatore: l'arresto in diretta

  • Temporale e maltempo a Villasanta, tetto scoperchiato in piazza Martiri della Libertà

Torna su
MonzaToday è in caricamento