"Stranieri con decreto di espulsione in via Asiago", Grimoldi chiede spiegazioni al ministro

Al centro del dibattito ancora la situazione di via Asiago con un'interrogazione parlamentare rivolta al ministro dell'Interno Minniti

"La settimana prossima depositerò un'interrogazione parlamentare rivolta al ministro degli Interni, on. Minniti, per sapere per quale ragione le decine di immigrati clandestini, da mesi sottoposti a decreto di espulsione, continuano a soggiornare a spese dei contribuenti nello stabile di via Asiago a Monza".

Con queste parole Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e segretario della Lega Lombarda-Lega Nord, ha riportato alla ribalta nazionale la situazione di via Asiago a Monza, dove sono ospitati decine di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale in uno stabile di nuova costruzione dove vivono soltanto una trentina di italiani.

"Vogliamo sapere per quale ragione questi irregolari non sono stati ancora allontanati dal nostro territorio e continuano ad essere mantenuti a spese nostre. Ricordo che ognuno di questi irregolari costa allo Stato 1050 euro al mese per il suo mantenimento: in questo caso parliamo di una trentina di irregolari che da mesi non vengono allontanati, pertanto sono già stati sprecati più di 100 mila euro per niente" ha dichiarato l'onorevole del Carroccio.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • poveri profughi, non sanno dove andare, è giusto mantenerli a vita

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Picchia la sorella disabile, la tiene in ostaggio in casa per anni e le ruba i soldi: arrestato

  • Cronaca

    Aria irrespirabile, blocco del traffico a Monza e parte della Brianza: tutte le informazioni

  • Cronaca

    Lite centro, si affrontano a suon di pugni e calci per trenta euro: fermati dalla locale

  • Cronaca

    Nasconde 140mila ero in marijuana in cantina: arrestato pregiudicato 25enne

I più letti della settimana

  • Desio, scontro sul crocifisso nelle materne. Il comune: "No obbligo di acquistarlo"

    Torna su
    MonzaToday è in caricamento