Lombardia, ecco le “targhe” sulle biciclette per combattere i furti

Passa la mozione in consiglio regionale: si chiede di inserire nel codice della strada l'obbligo di numero identificativo sul telaio. La novità serve soprattutto per cercare di ridurre i furti di biciclette

La regione Lombardia chiede al governo di prescrivere l'obbligo di un numero identificativo sui telai delle biciclette, per creare una "barriera" contro i furti dei mezzi a pedali. Tecnicamente la prescrizione dovrebbe essere inserita nel disegno di legge sulla riforma del codice della strada. 

Si calcola che, in Italia, siano 320mila le biciclette rubate ogni anno, generando un danno pari a 150 milioni di euro. E si tratta unicamente delle denunce. Molti, però, subìto il furto, non denunciano nemmeno.

"Alcuni comuni hanno avviato sperimentazioni con marchiature tipo targa identificativa", spiega Riccardo De Corato, consigliere regionale di Fratelli d'Italia, nel salutare con soddisfazione l'approvazione della mozione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Milano-Meda, schianto tra auto e camion: grave 45enne

  • Incidente in A4, travolto da un'auto mentre viaggia in bici in autostrada: morto un uomo

  • Caponago, la strada diventa bianca: rintracciato camion autore dello "sversamento"

  • Incendio a Monza, fiamme in un capannone: evacuata una scuola

  • Nuova apertura supermercato Coop a Monza, si cerca personale: ecco le offerte di lavoro

  • L'Esselunga di via Buonarroti cresce: per il comune un milione e un parcheggio al Brianteo

Torna su
MonzaToday è in caricamento