Attentato a Parigi, "show" alla Camera di Paolo Grimoldi

Il deputato della Lega contro Alfano e la Boldrini. "Il governo è responsabile se succede qualcosa in Italia"

Paolo Grimoldi

E' "Grimoldi show" alla Camera dei deputati, il 9 gennaio, dopo l'informativa del ministro degli interni Angelino Alfano sul rischio del terrorismo di matrice islamica nel nostro Paese in seguito al grave attentato di Parigi contro la redazione di Charlie Hebdo, che ha provocato 12 morti.

Il deputato monzese della Lega Nord, Paolo Grimoldi, si è lanciato in una invettiva contro il governo ma anche contro la presidente della Camera, Laura Boldrini (Sel), provocando alla fine la "reprimenda" del presidente di turno Roberto Giachetti (Pd).

Alfano aveva affermato tra l'altro che non si ha notizia di presenza in Italia dei due fratelli sospettati di avere fatto fuoco contro il direttore, i redattori e i vignettisti di Charlie Hebdo, oltre che contro i poliziotti intervenuti. Ma Grimoldi, nel suo intervento, ha azzardato che "i terroristi della strage di Parigi frequentavano il centro di viale Jenner (a Milano, n.d.r.)". E poi: "L'Islam moderato non esiste in nessun Paese musulmano, come testimoniano le cronache dei giornali".

E l'attacco al governo: "I terroristi - ha esclamato Grimoldi ad Alfano tra gli applausi del gruppo leghista - li andate a prendere direttamente sul bagnasciuga dei Paesi musulmani, li portate qui, gli diamo la casa e gli paghiamo pure telefono, vitto e alloggio. Se succedesse qualcosa, i responsabili sareste voi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine l'attacco alla Boldrini: "Anziché fare convegni sul termine presidenta, la presidente Boldrini parli del fatto che nei Paesi islamici la donna viene vista come inferiore. Parli dell'infibulazione, non di cazzate". A quel punto il richiamo del presidente di turno Giachetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Rave party" in strada a Monza: nel caos, un uomo viene aggredito brutalmente e rapinato

  • 10 luoghi in cui fare il bagno al lago, poco lontano da Monza

  • Schianto frontale sulla statale: drammatico il bilancio, morti due giovani di 28 anni

  • Niente più mascherina all'aperto se si rispetta la distanza di sicurezza in Lombardia

  • Paura a Vimercate, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • Cammina seminudo in strada, 36enne arrestato a Giussano: era già stato espulso

Torna su
MonzaToday è in caricamento