Le best practice nell’agroalimentare si trovano a Monza

Il programma provinciale scolastico di educazione alimentare insieme alle strategie per rilanciare il comparto agroalimentare della Brianza nel segno della tradizione, della qualità e della tipicità delle produzioni locali sono stati riconosciuti come vere e proprie best practice

“Anche per la più recente realtà provinciale della Lombardia, il tema dell’alimentazione, declinato nei sui molteplici aspetti, ha un ruolo fondamentale. Consapevole che ad una pubblica amministrazione appartiene anche il ruolo di educare ed orientare i propri cittadini, la Provincia di Monza e della Brianza - Settore Agricoltura - ha predisposto un "Programma provinciale di educazione alimentare" che rientra nel progetto regionale “Verso Expo 2015”, rivolto alle scuole che oltre a voler trasmettere i principi di una corretta alimentazione, importanti per il benessere fisico e psicologico di un individuo, si propone di fornire anche informazioni relative alle filiere produttive dei diversi alimenti. 

Partendo dall’azienda agricola, per poi passare alle fasi della produzione, fino ad arrivare ai diversi canali distributivi che portano gli alimenti sulle nostre tavole, il programma si propone di apportare le conoscenze di base sui diversi alimenti, sul loro valore nutrizionale, sulle caratteristiche merceologiche, evidenziando anche gli aspetti collegati alla stagionalità delle produzioni agricole, alle corrette modalità di conservazione e al loro migliore utilizzo. 

Ma l’impegno nel settore alimentare non si esaurisce nella sola attività di educazione alimentare; l’Ente è infatti impegnato nella promozione dei circuiti di commercializzazione a filiera corta: sul sito della Provincia di Monza e della Brianza è disponibile per le aziende interessate, ma soprattutto per i consumatori, uno spazio con informazioni sulla vendita diretta ed una “mappa interattiva” attraverso cui selezionare, in base al tipo di prodotto scelto, le aziende rispondenti alle loro esigenze e le informazioni dettagliate relative alle stesse”. Con queste motivazioni la provincia di Monza è stata premiata lo scorso 13 dicembre dalla Regione Lombardia per le migliori pratiche in campo agroalimentare e di educazione alimentare nelle scuole. La provincia, infatti, ha partecipato al concorso regionale “ le buone pratiche dell’agroalimentare” promosso nell'ambito del progetto “verso l’Expo del consumatore”. Il concorso, vinto anche da altri 7 comuni, 4 province, 3 enti parco e 18 realtà della filiera agroalimentare lombarda, si è posto l’obiettivo di premiare quegli enti più virtuosi nell’attuare pratiche agricole più attente all’ambiente, nel promuovere il loro territorio e i loro prodotti, nel favorire una educazione alimentare volta a trasmettere i valori di una corretta alimentazione.  

La cerimonia di premiazione si è svolta nella sede regionale di Palazzo Pirelli, alla presenza di Alberto Cavalli, Assessore Regionale al Commercio, Turismo e Terziario.

 Molto soddisfarlo di questo premio il presidente della Provincia di Monza Dario Allevi che così ha dichiarato: “Questo riconoscimento premia tutte le azioni avviate in questi anni. Siamo partiti con una sfida ambiziosa: scrivere una nuova pagina dell'Agricoltura in Brianza, partendo dalle nostre origini più antiche, anche con l’obiettivo di difendere il poco suolo rimasto libero. Vogliamo pensare al futuro sviluppando un comparto produttivo che possa offrire occasioni inedite anche in tema  di nuova occupazione. Sostenere i nostri prodotti doc coinvolgendo le scuole nella diffusione di una cultura sostenibile significa, in primis, saper riconoscere ciò che mettiamo sulle nostre tavole. Ci stiamo preparando all’appuntamento con Expo 2015 anche partendo dalle nostre risorse agroalimentari”.   

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
MonzaToday è in caricamento