Salviamo le api!

Moria delle api: l'associazione Turincity per sensibilizzare l'opinione pubblica su questa tematica ha proposto una campagna di comunicazione dal titolo "Salviamo le api: adotta anche tu un alveare"

© Waugsberg

Vengono considerate ancora  insetti fastidiosi quando invece sono fondamentali per la nostra sussistenza e sono un ottimo indicatore per verificare lo stato di salute del nostro ambiente. Parliamo ovviamente delle api. Le api, infatti, sono fondamentali per l’impollinazione: senza di loro l’impollinazione sarebbe quasi assente, causando la scomparsa di molte specie vegetali ed il crollo della produzione ortofrutticola con conseguenze importanti per la civiltà umana. Inoltre le api sono un valido alleato per combattere l’inquinamento, specialmente nelle grandi città: studiando il loro miele “cittadino” è possibile, infatti, controllare la presenza dei metalli pesanti, degli inquinanti, e rilevare cosa sta cambiando nell’ecosistema della città.

Purtroppo negli ultimi anni la popolazione delle api ha registrato un notevole declino: alcune specie sono ora estinte e malattie, perdita dell’habitat naturale e prodotti chimici tossici (in particolare pesticidi) sono tra i fattori che vengono annoverati tra i principali fattori. La moria di questo insetto ha raggiunto un livello impressionante: secondo alcuni dati recenti di Greenpeace negli ultimi inverni in alcuni Paesi europei è arrivata a colpire addirittura il 53% delle colonie.

L’associazione TURINCITY, che annovera tra i suoi scopi istituzionali anche la promozione di “interventi strutturali sul territorio ecocompatibili con l’ambiente e le sue risorse, per concorrere alla tutela ed al miglioramento della qualità della vita”, proprio per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa tematica di cui non si parla molto, ha deciso di promuovere in proprio un’attività di comunicazione del problema della moria delle api e di raccolta fondi finalizzata all’impianto ed al mantenimento di nuovi alveari. Tutto questo attraverso  una campagna pubblicitaria denominata “Salviamo le api: adotta anche tu un alveare”.

L’attività di comunicazione verrà svolta mediante una capillare distribuzione di materiale informativo presso gli esercizi commerciali ove sarà, inoltre, possibile effettuare la propria donazione. Verranno anche creati dei “Punti APE”, postazioni dove sarà possibile ricevere da apicoltori esperti qualsiasi informazioni riguardo l’insetto e la loro situazione e dove si potrà degustare vari tipi di miele.
 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
MonzaToday è in caricamento