Monza, il tempio della velocità non chiude: ora il "Gp d’Italia" è salvo

Il Senato ha approvato la legge di stabilità, concedendo ad Aci la possibilità di partecipare all’investimento da 19 milioni di dollari per il Gp a Monza

Il Gran Premio resta a Monza - Foto repertorio

La storia continuerà a fare tappa a Monza. Le monoposto continueranno a sfrecciare in quel museo a cielo aperto che è il circuito del Parco. Ci sarà ancora il tempio della velocità nel calendario dei prossimi anni della Formula Uno. I soldi, quelli tanto richiesti dal boss del Circus, Bernie Ecclestone, sono finalmente stati trovati e la partita è ormai chiusa. 

“Il Gp di Monza è salvo”, ha annunciato un entusiasta Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobil club Italia. A sbloccare l’impasse che andava avanti ormai da mesi è stata l’approvazione definitiva da parte del Senato della legge di Stabilità, che dà il via libera all’Aci per partecipare ai costi di organizzazione della gara di Formula 1 nell’impianto monzese. 

L’Aci, così prevede l’articolo 183, potrà utilizzare i propri utili - anche quelli ottenuti grazie all’attività del pubblico registro automobilistico, il Pra -, per dare una mano all’Ac Milano nel sostenere le spese e prorogare il contratto con la Formula Uno, in scadenza nel 2016. 

Quello preso dall’associazione di Sticchi Damiani è un impegno notevole, perché l’Aci - almeno così sembra - contribuirà per circa due terzi alle richieste avanzate dalla Fom. Numeri alla mano, l’Automobil Club d’Italia sborserà circa 12,5 milioni di dollari, mentre i restanti 6,5 arriveranno dall’Ac Milano, gestore del circuito attraverso la federata Sias. 

“E’ un impegno finanziario notevole che ci costringerà anche a redigere un piano di risparmi", ha spiegato Sticchi Damiani, annunciando che nelle prossime ore sentirà Bernie Ecclestone per fissare un appuntamento per mettere nero su bianco l’intesa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’accordo con Bernie è in sostanza già stato trovato, dobbiamo solo mettere a fuoco alcuni dettagli e particolare non secondario, la durata del contratto. L’obiettivo - ha concluso Damiani - è comunque siglare l’accordo, che verrà firmato da me e Capelli, entro la fine di gennaio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "C'è un serpente nel mio giardino": chiama l'Enpa ma i volontari lo trovano morto con ferita in testa

  • Lite tra automobilisti degenera, agenti aggrediti all'incrocio: quattro denunce

  • Coronavirus, altri 42 contagi in Brianza: 462 nuovi positivi in Lombardia e 54 morti

  • Positivo al Covid esce e va in giro: uomo denunciato per 'diffusione di malattia infettiva'

  • Forti temporali e maltempo, allerta "arancione" a Monza e Brianza

  • Il bando per arruolare 60mila assistenti civici: saranno i 'controllori' (volontari) della Fase 2

Torna su
MonzaToday è in caricamento