Rossi-Ducati:divorzio ufficiale, in Yamaha dal 2013

La rottura è stata comunicata dalla casa di Borgo Panigale questa mattina sul proprio sito ufficiale. Il rapporto tra i due non è mai decollato

GERNO DI LESMO  - Da oggi è ufficiale. "Alla fine del Campionato del Mondo Moto GP 2012 si concluderà il rapporto di collaborazione con Valentino Rossi". L'annuncio sul sito della casa di Borgo Panigale. Il pilota di Tavullia tornerà alla Yamaha, casa giapponese con sede italiana a Gerno. "Ducati fa gli auguri al pilota italiano per le nuove sfide che andrà ad affrontare - recita la nota - continuando nel frattempo a mettere in campo tutte le sue energie per condividere un finale di stagione in crescita".  La Rossa  che vinse il titolo nel 2007 con Casey Stoner e il Dottore non hanno mai legato: insoddisfacente la prima stagione, insoddisfacente la seconda.  Per Rossi il ritorno in Yamaha è l'occasione per chiudere in bellezza una carriera comunque irripetibile.

VALE ROSSI, TRIBUTO ALLA LEGGGENDA DELLE DUE RUOTE

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente a Triuggio, schianto in moto contro un Suv: morto papà di 46 anni

  • Cronaca

    Falsi capi "made in Italy", la Guardia di Finanza sequestra 450mila articoli

  • Cronaca

    "Ho un sogno per Monza", Morgan e il progetto musicale per la città

  • Cronaca

    Morto Alessio Messina, lutto per la scomparsa del Presidente della Croce Rossa

I più letti della settimana

  • Giovane papà muore il primo giorno di lavoro, malore fatale in azienda

  • Uomo travolto e ucciso dal treno in stazione a Desio: ritardi e disagi per i pendolari

  • Si lancia tra i binari e muore suicida sotto il treno: dramma a Desio

  • Ecco il catalogo delle bici trovate sul tetto del capannone a Cinisello: come recuperarle

  • Incidente in tangenziale Est a Vimercate, traffico in tilt martedì mattina

  • Si toglie la vita a 31 anni ma qualcosa non torna: si indaga sul suicidio di Claudio

Torna su
MonzaToday è in caricamento