Campionessa italiana di tuffi a dieci anni, premiata in comune la monzese Viola Bellato

Il sindaco di Monza Dario Allevi e l’Assessore allo Sport Andrea Arbizzoni hanno consegnato alla giovane tuffatrice il simbolo della Luna

Lo scorso mese di luglio si è aggiudicata il titolo di campionessa italiana di tuffi dalla piattaforma di cinque metri e venerdì è stata premiata con il simbolo della Luna, emblema di Monza, in comune dal sindaco Dario Allevi e dall’Assessore allo Sport Andrea Arbizzoni.

Nella finale del trofeo di Tuffi Giovanissimi, tenutosi allo stadio del Nuoto di Riccione, Viola Bellato, monzese classe 2009, con un passato nella ginnastica artistica, a Riccione ha conquistato anche il titolo di vicecampionessa italiana dal trampolino di 3 metri.

Monzese, tesserata con la «Bergamo Nuoto» è allenata da Roman Volodkov, ex tuffatore ucraino protagonista ai Giochi olimpici di Atlanta 1996, Sydney 2000 e Atene 2004, bronzo europeo nel trampolino 3 metri (Vienna 1995) e bronzo e argento mondiali nel sincro 10 metri (Fukuoka 2001 e Barcellona 2003). Per Viola Bellato il 2019 è stato un anno straordinario. Prima del successo tricolore di luglio, infatti, a febbraio aveva vinto due medaglie di bronzo dal trampolino di 3 metri e dalla piattaforma da 5 metri nella prima prova Nazionale del Trofeo Giovanissimi esordienti C2 ospitata a Trieste, nella piscina «Bruno Bianchi». Ad aprile a Bolzano, nella piscina «Karl Dibiasi», nella seconda prova Nazionale del Trofeo Giovanissimi la tuffatrice monzese la medaglia d’argento dalla piattaforma di 5 metri e la medaglia di bronzo dal trampolino di 3 metri. Un risultato che le ha aperto le porte per la finale di luglio a Riccione.

Sempre ad aprile è arrivata la prima convocazione per la collegiale nazionale giovanile e a fine luglio altre tre medaglie: tre argenti, nel trampolino da 1 metro e da 3 metri e nella piattaforma da 5 metri, alla «Mediterranean Cup» (ex Coppa Comen) disputatasi a Belgrado.

"L’importanza degli ingredienti della ricetta del successo sportivo di Viola: passione, lavoro, determinazione, sacrifici e, naturalmente, talento. Senza dimenticare il supporto della famiglia. La storia sportiva di Viola ci insegna che il successo, nello sport come nella vita, si può e si deve raggiungere senza scorciatoie. Con il lavoro e il rispetto degli avversari e delle regole" hanno commentato il sindaco Allevi e l'assessore Arbizzoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Bellusco: travolto da un furgone mentre è in moto, muore 35enne

  • Monza Maestoso ha aperto le porte: ecco il centro commerciale nato dall'ex cinema

  • Incidente in tangenziale Est, schianto tra auto e moto: grave 51enne

  • Concorso di Natale Esselunga: in palio 100 Mini, bracciali in oro con diamanti e iPhone

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Travolto e ucciso mentre attraversa la strada, muore ragazzo di 23 anni a Carate

Torna su
MonzaToday è in caricamento