Anche la musica combatte il covid-19

Il cantautore Giuda Nicolosi unisce Monza Milano e Dervio/Corenno Plinio in provincia di Lecco, in nome della Musica e della Solidarietà

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Nonostante tutte le difficoltà dovute all'emergenza del Coronavirus, il cantautore milanese Giuda Nicolosi è riuscito a esibirsi al “Teatro Factory32” a Milano, prima degli ultimi nuovi dpcm Covid-19 di fine ottobre e inizi novembre, assieme alla “The Reverie Acoustic Band”. Il pubblico affascinato dalle sue canzoni romantiche e dalla sua potente voce, lo ha ripagato con lunghi applausi di approvazione. Il presentatore della serata e manager dell’artista, Rocco Lanatà, ha dato avvio allo spettacolo dicendo: "L’arte deve ripartire, dobbiamo tornare ad avvicinarci e a sorridere. Charlie Chaplin un giorno disse che una giornata senza un sorriso è una giornata persa. Aggiungo che questo mondo può risorgere grazie alla bellezza, proprio come scrisse Dostojeskii.” Sono poi stati ringraziati gli sponsor “Kiminasi.com” per l’Italia e “HarvestHarmonics” per gli Stati Uniti con i quali è stato possibile realizzare il video dell'ultima canzone "Come Noi". https://www.youtube.com/watch?v=JDHejtZWTYo "Giuda Nicolosi è un bravissimo cantautore che con le sue canzoni trasmette emozioni genuine; ha una voce calda e la sua presenza ha un forte impatto. Ho avuto modo di apprezzarlo non solo oggi dal vivo, ma conosco bene il suo brano Come Noi, perché per la realizzazione del video, abbiamo concesso il Patrocinio come Comune: è stato girato sul lungolago di Dervio (meta di chi ama la vela, il wind surf e il kite) e nella nostra suggestiva frazione di Corenno Plinio, antico borgo medioevale" ha affermato il Sindaco di Dervio Stefano Cassinelli, fra gli ospiti intervenuti al concerto. The Reverie Acoustic Band è formata da Andrea Maccagno, al basso oltre ad essere l'arrangiatore delle musiche di Giuda mentre il padre Roberto Maccagno (vincitore di ben 6 Grammy Awards in America Latina) ha dato il suo contributo con il mix e mastering dell'ultimo album "Bisaid" e degli ultimi tre singoli "La nave di Rea", "Torneremo" e "Come Noi"; alla chitarra Enrico Fornatto, al piano Marina Begajoli, alla batteria Riccardo Bera e il quartetto d'archi composto da Bruno Tripoli (Primo Violino dell'Orchestra di Sanremo), Angela Kang, Marco Varisco, Manlio Contu e le speciali poesie declamate dalla voce recitante del poliedrico attore e doppiatore ECO, Edoardo Claudio Olivieri. I giornalisti gli chiedono spesso il perché del suo nome, lui ci tiene a chiarire che deriva da un santo, il Giuda buono. Giuda Nicolosi è l’astro nascente della musica italiana che alcuni esperti del settore definiscono un cantante romantico come molti grandi del nostro passato. Oltre ad aver cantato come ospite speciale al Festival Show di Mestre, è stato in tour per tre anni di seguito nelle principali città italiane, si è esibito nell’Area Sanremo, ha partecipato due volte, fra cui lo scorso settembre, alla finale della 33ma Edizione di Sanremo Rock&Trend nello storico Teatro Ariston, arrivando fra i cantanti e gruppi finalisti tra le quasi diecimila candidature iniziali. Tra gli ospiti d'eccezione al concerto, Amedeo Bianchi che ha partecipato alla realizzazione in studio di oltre 400 dischi, e vanta collaborazioni live con Mina, Venditti, Eros Ramazzotti, De Andrè, Pooh, Frank Sinatra Jr., Celentano, Jovanotti, e molti altri grandi della musica. Bianchi ha suonato il saxofono nei brani di Giuda Nicolosi, "Lulu' " nell'EP "Precipitare non esiste" e in "Sulla strada" nell'EP "Nuvola". Massimo Caso è stato un altro ospite davvero speciale: ha realizzato la pre-produzione e contribuito agli arrangiamenti di "Bisaid" di Giuda Nicolosi. Caso è il fondatore e il chitarrista del gruppo “Santo California” (ricordiamo il brano "Tornero'" che ha venduto milioni di copie); musicista e produttore, famoso come "fonico di palco", specializzato nel mixaggio live, ha seguito le tournèe di Zucchero, Paoli, De Andrè, Vasco, Miles Davis, Battiato, Chick Corea, Vanoni, Baglioni e nello storico studio di registrazione "Il Cortile" hanno inciso i loro album stelle della musica come Lucio Battisti, Fausto Leali, Fiorella Mannoia, Eros Ramazzotti e tanti altri (inoltre ha dato il giusto sound a Gloria Gaynor, Sister Sledge, Black Machine, Los Locos e i Modà). Bianchi e Caso, con la Fondazione Estro Musicale che ha sede a Monza, per la tutela e la valorizzazione di nuovi autori, compositori e interpreti, scoprono nuovi talenti come Giuda Nicolosi, dando anche modo ad alcuni artisti di avere borse di studio o sovvenzioni per la realizzazione delle loro performance. "Abbiamo attuato il Protocollo di Sicurezza che ha permesso questo spettacolo prima dei nuovi dpcm verso la fine di ottobre e di inizio novembre, sostenendo grandi spese e superando notevoli difficoltà in questo periodo così critico, a livello economico e sanitario, per Milano e per tutta l’Italia. Eravamo soddisfatti di avercela fatta in nome della Musica e degli Artisti, purtroppo come tutti gli altri teatri, ci ritroviamo ancora chiusi fino al 3 dicembre" precisa Valentina Pescetto, ideatrice e socia fondatrice del Teatro Factory32, spazio che oltre ad essere una scuola di teatro per bambini, ragazzi e adulti, si propone come nuova fabbrica teatrale milanese, dove al centro vi è l'attore o l’artista coadiuvato da tutto ciò che gli può essere utile per esprimersi appieno nelle perfomance. La storia di Giuda Nicolosi in breve è questa: nato a Milano nel 1986, si appassiona alla musica e alla scrittura creativa fin da piccolo; suona il basso, la chitarra acustica e adopera software professionali, milita in alcune boyband e dopo un’esperienza come DJ, inizia nel 2015 la sua carriera di cantante solista e autore dei propri testi musicali. E’ un inguaribile romantico; più volte ripete che c’è bisogno di amore più che mai, c’è bisogno di arte. Con il suo brano "Vivimilano", presenzia nella compilation dello storico “Premio Giovanni D'Anzi”, l’autore delle parole e della musica della famosa canzone "O mia Bela Madunina" dedicata alla Madonna in cima al Duomo di Milano. Tra le sue pubblicazioni, 4 EP e 2 album, che hanno riscosso un buon successo mediatico e di critica, troviamo il singolo "Nuvola", l’EP "Precipitare non esiste", il singolo "La nave di Rea", l’album Bisaid", il singolo "Torneremo", "L'istante prima di volare", e "I fiori di Giuda" che da il nome anche alla sua raccolta di poesie pubblicata di recente. A sorpresa, Giuda Nicolosi ha ricevuto una targa dal Presidente Rossana Lanati dell’Associazione Life, che ha la sede operativa a Dervio (Associazione di Promozione Sociale iscritta nel registro della Regione Lombardia), a riconoscimento del suo costante impegno nel Sociale e soprattutto nel volontariato prestato in alcune strutture ospedaliere nel periodo di emergenza Coronavirus. Giuda è anche impegnato con WikiPoesia e WikiSolidarietà, due realtà enciclopediche online che stanno diventando sempre più importanti.

PH Emanuele D'Amato Giuda Nicolosi 

Torna su
MonzaToday è in caricamento