Monza, approvata all'unanimità la mozione sul riconoscimento della lingua italiana dei segni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

"Come promesso in consiglio comunale a ‪‎Desio‬, ho portato il documento che chiede il riconoscimento ufficiale per la "lingua italiana dei segni" - quella che utilizzano i sordomuti - anche nel consiglio provinciale di ‪Monza‬ e ‪‎Brianza‬, che ieri pomeriggio lo ha approvato all'unanimità. In ‪‎Lombardia‬ è in discussione una proposta di legge regionale presentata dalla Lega Nord, il cui iter di approvazione inizierà la prossima settimana in commissione, mentre ‪‎Europa‬ ed in molti stati dell'Unione questa lingua è già riconosciuta. L'Italia è ancora ferma: una proposta di legge del 2013 giace ancora incompiuta in Parlamento. Questa è una battaglia importante e va combattuta fino in fondo: è giusto che la LIS - quale lingua propria delle comunità dei sordi - abbia pari dignità delle altre lingue europee e mondiali. L'iniziativa di ieri in consiglio provinciale ha fatto seguito ad altre già intraprese da altri enti istituzionali e ad altre azioni politiche per la tutela di una fascia di popolazione che necessita attenzioni dedicate".

Andrea Villa
Consigliere provinciale MB
Gruppo Lega Nord

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento