Vivo per miracolo dopo un terribile incidente: dimesso Hellmeister, pilota del Gt open

Il 32enne era rimato ferito in un grave incidente durante il GT Open di Monza

Alan Hellmeister, il pilota brasiliano ricoverato dal 23 settembre al San Gerardo dopo l’incidente sul rettilineo di Monza in Gara 2 dell’International GT Open, farà ritorno a casa nei prossimi giorni. Il pilota aveva riportato gravi fratture agli arti inferiori e un trauma toracico con contusione polmonare ed era stato ricoverato prima in Rianimazione poi in Ortopedia. 

L’uomo, 32 anni, era stato sottoposto a cinque interventi chirurgici per la stabilizzazione delle fratture. A distanza di un mese dall’ingresso nell’ospedale di Monza, le condizioni cliniche sono buone con parametri vitali nella norma. Alla notizia del suo trasferimento presso una struttura di riabilitazione in Brasile, il pilota ha voluto ringraziare tutto lo staff per le cure ricevute.

"Una grande équipe — sono state le sue parole davanti al direttore generale della Asst di Monza, Matteo Stocco –. È stata dura ma sono stato assistito al meglio. Dopo la riabilitazione voglio tornare a correre", dando così l’appuntamento ai monzesi per tornare a guardare le sue prestazioni l’anno prossimo all’Autodromo. "Quella di Alan Hellmeister — sottolinea Matteo Stocco — è una delle tante storie che vengono affrontate ogni giorno dai nostri professionisti con tatto, passione, coinvolgimento ed esperienza. È grazie a loro se il San Gerardo è diventato un punto di riferimento regionale e nazionale per le situazioni più gravi". 

Il pilota ha richiesto in urgenza la stabilizzazione delle condizioni generali e fissazione provvisoria delle molteplici fratture agli arti inferiori, in tempi successivi la fissazione provvisoria è stata sostituita con quella definitiva.

Il video del terribile incidente

"Attualmente le condizioni generali del paziente sono buone – spiega Giovanni Zatti, direttore della clinica ortopedica del San Gerardo e della scuola di specializzazione in ortopedia e traumatologia dell’Università degli studi di Milano-Bicocca - tanto da consentire l’inizio del processo riabilitativo. L’ospedale San Gerardo è uno dei trauma center della Lombardia; è quindi attrezzato a ricevere e trattare gravi traumatizzati. La clinica ortopedica è in grado di applicare le tecniche più aggiornate per affrontare in urgenza e nel proseguimento delle cure di tali pazienti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento