rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità Aicurzio

Il Comune brianzolo che trasforma il centro storico in "villaggio" per i ragazzi autistici

Il progetto del Comune di Aicurzio: trasformare il borgo millenario in luogo di lavoro e residenza per le persone fragili

Il progetto è unico nel suo genere. Trasformare il centro storico, rimasto immutato nel corso dei secoli, in un villaggio a misura di persona fragile. Un progetto - costo stimato 20 milioni di euro - che prevede il recupero di alcune vecchie ville di proprietà del Comune, di case del Medioevo, della vecchia fabbrica abbandonata per trasformarle in un centro diurno, in una comunità alloggio, in una casa di accoglienza per il "dopo di noi", in una residenza per persone anziane autonome, in azienda dove le persone autistiche possono essere assunte e impiegate, e in un centro di formazione. 

Aicurzio ci prova. Il piccolo comune della Brianza ha presentato il progetto al Bando Borghi promosso dal Ministero della Cultura con la speranza di poter realizzare quello che sulla carta è già pronto. L'obiettivo è valorizzare il territorio: la sua storia millenaria, le sue radici romane, il suo orgoglio templare, le sue abitazioni storiche di proprietà del Comune che, grazie a questo progetto, potrebbero trovare una nuova destinazione sociale. E al tempo stesso preservare e rispettare il territorio e l'ambiente. La Villa Pasqualini, la Villa Parravicini, la Villa Malacrida non ospiteranno soltanto gli uffici comunali e gli ambulatori medici,  ma anche una serie di servizi per le persone autistiche e per gli anziani del paese. Così come la fabbrica dismessa e le case parrocchiali diventeranno un domani la casa dei ragazzi autistici quando i loro genitori non saranno più in grado di seguirli. Alcune di queste residenze comunali ospiteranno invece le persone anziane autosufficienti che potranno continuare a vivere in miniappartamenti condividendo con gli altri ospiti momenti di socialità. Ma non solo la vecchia: oltre alla residenza si penserà al lavoro, con la realizzazione di un centro di formazione.

"Credo molto in questo progetto - spiega il sindaco Matteo Baraggia -. Un'idea nata parlando con i genitori di alcuni bambini e ragazzi autistici. Secondo i dati forniti da Ats sono 1.800 le persone autistiche under 18 che vivono nella provincia di Monza e Brianza. Per i loro genitori il lavoro, l'autonomia e il dopo di noi sono argomenti molto sentiti".

Il sindaco e il team di architetti ha lavorato senza sosta per arrivare pronti all'inizio dell'anno alla presentazione di questo progetto. "Un progetto sociale che avrà importanti ripercussioni anche per il territorio di Aicurzio - conclude -. Anche da un punto di vista economico, oltre a diventare un importante punto di riferimento sociale per tutto il territorio del Vimercatese". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune brianzolo che trasforma il centro storico in "villaggio" per i ragazzi autistici

MonzaToday è in caricamento