rotate-mobile
Domenica, 24 Settembre 2023
Attualità

Monza protagonista al cinema con un film sulla disabilità

La Onlus monzese Peba ha un ruolo "speciale" nel film interpretato da Miriam Leone e Pierfranco Favino

Monza sul red carpet del grande cinema. L'associazione monzese Peba, guidata da Andrea Ferretti, "protagonista" del film "Corro da te", commedia con Miriam Leone e Piefranco Favino. Ferretti e il suo team sono stati preziosi nella fase di "preparazione" e di riprese di questa commedia - nei cinema da giovedì 17 marzo - che affronta con coraggio il tema della disabilità. Un mondo che l'associazione conosce molto bene e che da anni sta portando avanti con progetti nei Comuni italiani tesi all'abbattimento delle barriere architettoniche. 

“Il Cinema italiano da oggi ha il suo film sulla disabilità - spiega il monzese Andrea Ferretti -. Un racconto bellissimo, come è la vita di tutti noi, anche di fronte a difficoltà, pregiudizi, barriere. E noi siamo orgogliosi di avere contribuito alla realizzazione di questo progetto". Il film - diretto da Riccardo Milani prodotto da Wildside e Vision Distribution in collaborazione con Sky e Prime Video e con la partecipazione straordinaria di Michele Placido - racconta la storia di Gianni (interpretato da Favino), un importante uomo d'affari che vede la sua vita rivoluzionarsi quando incontra e si innamora di Chiara (interpretata dalla Leone) una musicista e tennista paraplegica. E per conquistarla si finge costretto sulla sedia a rotelle. 

Peba ha "insegnato" a muoversi nel mondo della disabilità

Ed è proprio in questa fase che entra Peba Onlus: l'associazione ha "insegnato" ai due attori a conoscere e a muoversi nel mondo della disabilità, delle barriere architettoniche, a saper essere autonomo (e felice) anche con una vita vissuta seduta.  Wildside e il regista, da subito hanno voluto al loro fianco le persone e le realtà che ogni giorno vivono e si occupano del tema della disabilità. Questo ruolo è stato affidato da Wildisde a TILT s.r.l. di Silene Mosticchio che ha coinvolto e voluto fortemente Peba Onlus.  Peba e Tilt hanno potuto affiancare la produzione del film in ogni aspetto legato alla disabilità, creando un team di lavoro composto dalle più importanti realtà che tutti i giorni si occupano di disabilità, come le Unità Spinali di AUS Niguarda di Milano e Torino, la Fondazione Santa Lucia IRCCS di Roma, il Comitato Italiano Paralimpico, tante associazioni come AUS Sportiva Niguarda Onlus, atleti paralimpici come Stefania Galletti e Sabrina Fornetti, e tante aziende impegnate nello sviluppo di soluzioni per migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità, come Mobility Center e Sunrise.

Una storia d'amore oltre le barriere

Un film che racconta una storia d'amore, ma prima di tutto fa riflettere su una condizione che, dall'oggi al domani, potrebbe accadere a chiunque (una malattia, un incidente, o la semplice disabilità temporanea che costringe ad usare anche solo se per un breve periodo la sedia a rotelle). E allora a quel punto a Gianni, così come a tutti noi, arrivano dubbi e paura per un universo sconosciuto e lontano dalla nostra normalità. Ma Gianni dovrà ricredersi osservando la vita piena di impegni e di interessi che conduce Chiara. E lui, fingendosi disabile per scommessa, ha modo di provare sulla propria pelle le difficoltà quotidiane prima, ed i pregiudizi della nostra società poi, che le persone con disabilità affrontano ancora oggi. Miriam Leone interpreta magistralmente il ruolo di Chiara, calandosi nel personaggio di una ragazza paraplegica, lavorando duramente durante i ciak delle riprese e durante la lavorazione del film, affiancata da Peba Onlus, per comprendere pienamente cosa prova una persona con disabilità, e come può fare a
muoversi, fare sport, vivere una vita piena nonostante le barriere, gli ostacoli e i pregiudizi della gente.

"Ecco perché abbiamo appoggiato il progetto"

“Per queste ragioni Peba Onlus ha sposato questo progetto, e questo film rappresenta una pietra miliare, uno tra i pochi, e sicuramente uno dei più importanti film del cinema italiano in tema di disabilità, realizzato con le associazioni e le persone con disabilità. Un progetto in linea con la missione e le iniziative di Peba Onlus, che da anni combatte le barriere culturali verso la disabilità", aggiunge la vice presidente Evelina Di Giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza protagonista al cinema con un film sulla disabilità

MonzaToday è in caricamento