Attualità

L'Armadio dei poveri ha trovato casa

Il Comune di Monza ha messo a disposizione gratuitamente un grande locale allo Spazio 37

Roberta Campani davanti ai due garage adibiti a magazzino

Non dovrà più raccogliere i sacchi con gli indumenti e il cibo in mezzo alla strada. Il Comune di Monza ha trovato una sede per l’Armadio dei poveri. Da sabato 29 maggio i volontari dell’associazione, fondata da Roberta Campani, svolgeranno la loro attività in un’ala dello Spazio 37 di via Borgazzi, messo a disposizione gratuitamente dal Comune.

“Sono felicissima e ringrazio il sindaco Dario Allevi – dichiara Roberta Campani a MonzaToday -. Un bel locale, ampio almeno 70 metri quadrati, dove possiamo riporre ordinatamente tutti gli indumenti e il cibo che tantissimi benefattori ci donano. Donazioni che poi vengono smistate e consegnate direttamente alle persone in difficoltà”.

Era stata "sfrattata" dai garage adibiti a magazzino

Roberta è al settimo cielo. Era da mesi che cercava uno spazio consono. Anche la sua casa era diventata un magazzino. “Nei due garage che utilizzavamo gratuitamente all’interno di una palazzina di Cederna, ormai non c’era più spazio – prosegue -. Le persone non hanno mai smesso di rispondere alle nostre richieste di aiuto per le famiglie e per i single in difficoltà. Il sabato c’era la fila per consegnarci alimenti non deperibili, vestiti, accessori per la casa e per l’infanzia. Noi dovevamo smistare tutte le donazioni, sistemarle e via via consegnarle. Ma nei box non c’era più spazio”.

Nel frattempo Roberta aveva iniziato a cercare un magazzino. Una “sede” a prezzi modici per poter continuare ad aiutare le persone in difficoltà. Poi, però, un mese fa la doccia fredda. Roberta doveva liberare immediatamente i due garage di Cederna e interrompere l’attività di raccolta cibo e indumenti. Il continuo via vai, il sabato pomeriggio, di persone esterne al condominio non era gradito ad alcuni inquilini.

"Aiutiamo persone che non hanno da mangiare"

“A quel punto ho chiesto aiuto al Comune – conclude -. Noi non abbiamo mai smesso di svolgere il servizio di raccolta del sabato pomeriggio: per alcune settimane ci siamo messe in mezzo alla strada. Poi la svolta. Questa sede per noi è molto importante. Abbiamo finalmente uno spazio dove poter continuare ad aiutare le tantissime persone che, purtroppo, non riescono a mettere insieme il pranzo con la cena, o non hanno neppure i soldi per acquistare i vestiti per i loro bambini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Armadio dei poveri ha trovato casa

MonzaToday è in caricamento