rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità Vimercate

Le aule all'aperto e le palestre open air, ecco la scuola post pandemia in Brianza

Il progetto del comune di Vimercate per ripensare didattica e insegnamento oltre il covid

Spazi che si trasformano per le nuove esigenze della didattica post pandemia. A Vimercate si pensa alla scuola del futuro con un progetto che punta a reinterpretare gli spazi dell’insegnamento oltre la pandemia, con una attenzione particolare alla didattica all’aperto con nuove aree di apprendimento.

Didattica all’aperto: il progetto in Brianza

Il progetto di fattibilità, approvato dalla giunta lo scorso 22 dicembre, mira a riqualificare gli spazi all’aperto delle scuole cittadine, da quelle dell’infanzia a quelle secondarie di primo grado, tenendo conto anche delle nuove esigenze didattiche nate dalle problematiche legate all’emergenza sanitaria, che impongono ormai la rottura del tradizionale schema che vede l'aula al centro della didattica e spingono alla ricerca di soluzioni alternative per fare scuola.

Le aule open air e gli spazi per lo sport

Ora gli spazi di ciascun plesso saranno oggetto di studio per progettare la scuola su misura con le migliori soluzioni per ogni esigenza e il prossimo 12 gennaio è in programma un incontro con i dirigenti scolastici. Tra le proposte aule all’aperto per le classi e spazi didattico-ludico open air per le scuole materne. Allo studio anche la possibilità di prevedere negli spazi all’aperto giochi stampati a terra, che riprendono i tradizionali giochi da cortile di un tempo, per ampliare lo spazio ludico-didattico rispetto ai laboratori al chiuso e con l’uso di materiali derivanti dalla segnaletica stradale. Parte degli spazi all’aperto sarà destinata all’attività didattico-sportiva come ampliamento delle zone delle palestre.

campi_basket_pallavolo-2

Nel suo complesso il progetto vede impegnare risorse per 710.000 euro (comprensivi di IVA e spese tecniche) per la progettazione degli spazi, lo studio di fattibilità, il progetto definitivo-esecutivo, e la realizzazione delle strutture, sfruttando i finanziamenti del Fondo Funzioni Fondamentali di Regione Lombardia, che avevano scadenza al 31 dicembre 2021 e che Palazzo Trotti ha impegnato grazie ai progetti elaborati dai propri tecnici.

Le risorse e i tempi

“Sono particolarmente felice per essere riusciti a mettere in piedi questo progetto in così breve tempo, e di questo bisogna anche ringraziare gli uffici comunali. Si tratta di un’operazione che prende spunto dalla contingenza legata al Covid ma che andrà a mettere in campo strutture che poi resteranno a patrimonio delle nostre scuole andando ad arricchire gli spazi e dando nuove opportunità di sviluppo dell’offerta didattica, a tutto beneficio di tutti i nostri bambini e ragazzi che le frequentano e le frequenteranno in futuro. Questa operazione è un tassello che va a comporre quel concetto di città a misura di bambino che vorremmo costruire per il futuro di Vimercate” ha detto il sindaco di Vimercate Francesco Cereda.

“Le risorse stanziate dal Fondo Funzioni Fondamentali a favore dei Comuni hanno la finalità di ristorare i settori e le aree che hanno subito i danni più consistenti della pandemia e fra questi ci sono sicuramente le scuole. Abbiamo dovuto aspettare i chiarimenti del Governo sul loro utilizzo, con tempi che si facevano sempre più stretti, e quando questi sono arrivati gli Uffici comunali hanno dimostrato una capacità di reazione immediata, della quale li ringrazio. Ci hanno sottoposto la priorità appena ci siamo insediati e ci siamo coordinati anche con le scuole per elaborare un progetto che non è fine a se stesso, non è non limitato alla contingenza della pandemia ma si trasforma in un'opportunità per gli anni a venire” ha aggiunto il vicesindaco Mariasole Mascia.

I lavori saranno eseguiti entro l'estate 2022, in tempo per la riapertura delle scuole per l’anno scolastico 2022-2023. I plessi scolastici vimercatesi sono 13, distribuiti nei due istituti comprensivi, dalle scuole dell’infanzia a quelle secondarie di primo grado e sono frequentati da quasi 2.500 alunni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le aule all'aperto e le palestre open air, ecco la scuola post pandemia in Brianza

MonzaToday è in caricamento