rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Trasporto pubblico

In Brianza mancano 35 autisti e l'azienda è costretta a tagliare le corse

Un problema che, però, non riguarda solo il territorio di Monza e Brianza

Corse ridotte, in alcuni casi annullate. Con due quartieri (San Fruttuoso e Triante) che la domenica e i giorni festivi rimarranno a piedi per la soppressione della linea Z222 con disagi per chi si sposta utilizzando i mezzi pubblici.

Un problema che era finito anche in consiglio comunale per voce dei consiglieri Simone Villa (Lega) e Francesco Racioppi (LabMonza). Ma adesso è la stessa Agenzia del Trasporto Pubblico Locale  a spiegare i motivi di questa scelta. Una scelta forzata, dettata dalla mancanza di personale. “Per l’ambito interurbano del nord-est milanese e della provincia di Monza e Brianza mancano all’appello 35 autisti su un fabbisogno di circa 385 - si legge nella nota ufficiale della Tpl -. Per i servizi interurbani del sud-est milanese ci sarebbe bisogno di almeno 8 conducenti (su una necessità complessiva di 102), mentre per i servizi urbani e interurbani della provincia di Pavia servirebbero 30 unità per raggiungere quota 329”.

Riorganizzazione delle corse

Manca il personale e l’azienda è stata così costretta ad “ottimizzare” quello a disposizione riorganizzando i  servizi anche in base a un preciso utilizzo delle corse nelle varie fasce orarie.  “L’Agenzia ha quindi agito in accordo con le aziende, salvaguardando per quanto possibile le fasce di punta, con particolare riguardo ai servizi dedicati agli studenti, e intervenendo sulle fasce orarie e sulle linee caratterizzate da minor flussi di utenza e su quelle per cui sono disponibili le migliori alternative di viaggio”, precisano.

Come attirare nuovi autisti 

Nel frattempo è partito un piano di reclutamento di nuovi autisti, con incentivi per avvicinare soprattutto i più giovani (gli under 29 anni) con l’inserimento in azienda con contratto di apprendistato e un piano formativo mirato allo sviluppo di specifiche competenze; l’introduzione di un bonus di ingresso per sostenere economicamente i nuovi ingressi; nuovi incentivi economici per il personale; un progetto di ascolto finalizzato a raccogliere le principali problematiche riscontrate dal personale al fine di individuare azioni correttive; investimenti in termini di nuovi bus, per migliorare le condizioni di sicurezza e di comfort anche del personale viaggiante oltre che dell’utenza. Inoltre all’interno di Nord Est Trasporti, tramite la capofila ATM, sono stati di recente introdotti nuovi importanti incentivi per il recruiting di autisti, come la possibilità di conseguire gratuitamente la patente D insieme alla Carta di Qualificazione del Conducente e l’opportunità di ottenere un contributo-casa per i primi mesi di affitto dei neo-assunti, oltre ad investimenti per il miglioramento delle condizioni di sicurezza dei conducenti.

Un problema a livello nazionale 

“Il tema della carenza di personale andrebbe affrontato al più presto a livello nazionale - dichiara Francesca Zajczyk, presidente dell’Agenzia del Trasporto Pubblico Locale di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia -. Come Agenzia ci troviamo ad affrontare un problema diffuso e delicato, che evidentemente contrasta con la necessità di garantire i migliori standard di trasporto pubblico possibile per la cittadinanza. Siamo intervenuti in un’ottica di riduzione dei disagi, di salvaguardia delle linee più utilizzate e delle fasce orarie di punta, sollecitando al contempo le aziende ad individuare strategie di medio termine per intercettare nuovo organico. A mancare ad oggi è una strategia di lungo periodo, che come chiedono anche le diverse aziende di trasporto pubblico andrebbe pensata da un punto di vista di sistema”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Brianza mancano 35 autisti e l'azienda è costretta a tagliare le corse

MonzaToday è in caricamento