rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità San Donato / Via Piero della Francesca

Bolle giganti nel parco pubblico monzese

Ecco di che cosa si tratta

"Lasciateci giocare in... pace": questo il titolo dell'iniziativa in programma mercoledì 1 giugno nei giardini di via Piero della Francesca a Monza (in caso di pioggia l'evento verrà rinviato al 6 giugno). 

Dalle 16.30 alle 19 i bambini avranno solo l'imbarazzo della scelta per divertirsi insieme e traquillamente all'aria aperta. In programma non solo bolle di sapone giganti, ma anche pittura di muralaes, bans, giochi, caccia al tesoro e tante sorprese. L'iniziativa è inserita nel percorso "Tutti per uno, uno per tutti", un progetto di rete finanziato dalla Fondazione della comunità di Monza e Brianza (attraverso il Fondo Contrasto nuove povertà). Il progetto si rivolge alle famiglie del quartiere Regina Pacis-San Donato di Monza che stanno attraversando periodi di criticità e che necessitano di un supporto dal punto di vista alimentare, economico, digitale e, soprattutto, educativo. L’obiettivo è quello di mettere in atto azioni concrete attraverso la costruzione di alleanze locali, per far fronte al fenomeno delle nuove povertà e innescare un cambiamento nel territorio, con un approccio sinergico e coeso. Nell’arco di due anni, tra il 2022 e il 2024,
attiverà quattro azioni diverse e collegate tra loro che daranno corpo al progetto di prossimità:

- "Crescere insieme... si può": una proposta educativa e di sostegno scolastico per gli alunni della primaria a e per i loro genitori, centrata in particolare sull’apprendimento linguistico e sull’animazione della lettura, ideata e gestita da Cooperativa sociale Monza2000 Arl nello Spazio Civico Polifunzionale accanto alla scuola primaria Buonarroti di via Pier della Francesca.

- Mai più soli: una proposta educativa e di affiancamento scolastico per ragazzi e ragazze dagli 11 ai 16 anni e le loro famiglie gestita dalla cooperativa sociale Diapason Onlus.

- La scuola dei grandi: corsi di italiano rivolti in particolar modo ai genitori dei bambini e dei ragazzi coinvolti nelle azioni educative di cui sopra e
organizzati dall’associazione Diritti insieme. 

- Avere cura: Azione di cura e di attenzione alle necessità delle famiglie più fragili del quartiere attraverso i volontari dell’Associazione San Vincenzo de' Paoli. 
Capofila del progetto è cooperativa Sociale Monza2000 Arl con Diapason Cooperativa sociale Onlus, Associazione Diritti Insieme e associazione San Vincenzo
De’ Paoli come partner di Progetto.

"Come Partners opereremo in modo complementare e sinergico nel territorio, andando a rispondere insieme ai diversi bisogni (educativi, scolastici, diagnostici,
psicologici, economici, e sociali…) dei minori e loro genitori, i più fragili del quartiere, di origine italiana e non, alle quali appunto tutte le Azioni sono rivolte. - fanno sapere dalla cooperativa Monza2000 -. Crediamo nell’idea di un approccio al bisogno di un territorio che parta innanzitutto dalle risorse che il territorio stesso ha a disposizione e che metta insieme competenze complementari tra loro perché di fronte a una domanda complessa occorre dare una risposta altrettanto organica, che coinvolga soggetti diversi, senza dimenticare il coinvolgimento delle persone stesse alle quali ci si rivolge. Ci siamo messi in stretta relazione con la Scuola, con l’Amministrazione e con le altre importanti Agenzie educative del Quartiere con le quali desideriamo camminare insieme per questi 2 anni e senza le quali il Progetto mancherebbe di prospettiva: Comunità pastorale SS.QuattroEvangelisti (Oratorio estivo), ASD Gso (corsi Pallavolo), ASD Juvenilia Fiammamonza (corsi Calcio) e Cooperativa sociale Carrobiolo2000 (Centro diagnostico e psicologico Koru)".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolle giganti nel parco pubblico monzese

MonzaToday è in caricamento