rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità Aicurzio

La Brianza di nuovo in tv: protagonista con il suo villaggio "speciale"

Le telecamere della Rai ad Aicurzio per un servizio sul villaggio solidale

Le telecamere della Rai sono nuovamente approdate in Brianza. Ma questa la volta la protagonista è la solidarietà, il progetto innovativo del Villaggio solidale di Aicurzio. 

Nel fine settimana le telecamere del Tg2 hanno fatto tappa nel piccolo Comune del Vimercatese per conoscere - direttamente dai racconti dei protagonisti - quel progetto di rilancio del centro storico e dei suoi tesori destinato a diventare luogo di vita, lavoro e socialità per oltre un centinaio di persone con autismo. Il progetto è stato redatto dai progettisti Lorenzo Degli Esposti ed Elisa Cattaneo. Un progetto nato da un'intuizione del sindaco Matteo Baraggia. Dopo l'incontro con alcuni genitori di ragazzi autistici che gli hanno confidato le difficoltà per l'inserimento lavorativo dei loro figli al raggiungimentio del 18esimo anno di età, e la costante preoccupazione di che cosa sarà di loro quando mamma e papà non ci saranno più, o non saranno più in grado di seguirli il primo cittadino ha pensato di realizzare qualcosa di speciale. Partendo proprio dai tesori della sua amata Aicurzio. 

Da qui l'idea di trasformare il centro storico del piccolo paese - mai toccato dal Pgt e intatto dal 1700 - in un luogo accogliente, sicuro e solidale. Un centro che pone le sue radici nell'epoca romana e che vanta anche origini templari. Un centro con diverse ville di proprietà del Comune non pienamente utilizzate, con una vecchia fabbrica ormai in stato di abbandono e poi quelle case mediovali che attendono solo di essere abitate.

Un progetto - costo stimato 20 milioni di euro - che prevede il recupero di alcune vecchie ville di proprietà del Comune, di case del Medioevo, della vecchia fabbrica abbandonata per trasformarle in un centro diurno, in una comunità alloggio, in una casa di accoglienza per il "dopo di noi", in una residenza per persone anziane autonome, in azienda dove le persone autistiche possono essere assunte e impiegate, e in un centro di formazione. 

Il progetto ha partecipato al bando per ottenere i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Un progetto unico nel suo genere e che ha una doppia valenza: quella sociale con progetti di lavoro e di vita per le persone autistiche e per gli anziani del paese, ma anche economico con il rilancio di un piccolo borgo dalla storia millenaria che negli ultimi decenni si è andato via via spopolando. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Brianza di nuovo in tv: protagonista con il suo villaggio "speciale"

MonzaToday è in caricamento