Domenica, 21 Luglio 2024
La storia

Riccardo, Francesco, Yannick, Lisa: i campioni monzesi che con lo sport hanno abbattuto le barriere

Grandi risultati per gli atleti dell'associazione Silvia Tremolada che nel fine settimana hanno gareggiato a Brescia e ad Ancona

Un fine settimana di vittorie e di emozioni per gli atleti dell’Asd Silvia Tremolada: podi e medaglie a coronamento di un anno di allenamenti, sacrifici e adesso di meritate vittorie.

I campioni dell'atletica 

Per la cronaca sono 10 gli atleti brianzoli che nell’ultimo weekend hanno partecipato ai Campionati italiani Fisdir che si sono svolti ad Ancona. La prestigiosa società sportiva monzese che da decenni attraverso lo sport permette a molti bambini, ragazzi e giovani con disabilità di abbattere le barriere ha sfiorato il terzo posto. Ma i suoi atleti hanno raggiunto risultati importanti: Riccardo Colombo è campione italiano di lancio del peso; Gabriel Maffo Kamegni medaglia di bronzo nel lancio del vortex; Francesco Salerno e Gain Yannick René hanno riconfermato la loro supremazia nei 150 metri migliorando le prestazioni personali e piazzandosi tra i migliori 10 in Italia; Chiara Giussani ha conquistato l’argento nel salto in lungo da fermo. Buone le prestazioni anche degli altri atleti che hanno confermato (e qualcuno anche migliorato) le prestazioni personali. Complimenti anche a Matteo Cattaneo Citterio, Alyssa De Ross, Morgan Porro, Davide Mosconi e Luca Galvanone.

I campioni del nuoto 

Anche i compagni di società del nuoto hanno primeggiato ai Campionati italiani assoluti estivi Finp che si sono svolti a Brescia posizionandosi settimi su 67 squadre; terzi nel settore giovanile; secondo record italiano categoria esordienti; medaglie a Pietro Crea nei 50 stile S5 e nei 100 metri rana; argento a Lisa Santonocito nei 50 dorso; bronzo a Giulia Riva nei 100 metri rana; e medaglia d’argento negli esordienti per Karim Ronzoni.

Sport invece di solitudine e divano 

“I nostri atleti sono stati straordinari – ricorda a MonzaToday Riccardo Calarco, coordinatore della squadra di atletica -. La squadra è composta da 35 atleti con gradi di disabilità diversa. I ragazzi si allenano due volte alla settimana a Monza: il martedì al centro Rosmini e il sabato alla Forti e Liberi”. Uno sport che ha completamente rivoluzionato la vita dei ragazzi, ma anche dei genitori, che nella Silvia Tremolada hanno trovato una seconda grande famiglia. “Lo sport è fondamentale – continua Calarco -. I nostri atleti, perché per noi sono atleti e non ragazzi con disabilità, hanno migliorato parecchio sia da un punto di vista fisico, che psicologico e sociale. Ragazzi che altrimenti trascorrerebbero i pomeriggi sul divano davanti ai videogiochi o alla tv, svolgono sana attività fisica, socializzavano, imparano e vivono i valori dello sport”. E c’è chi riuscirà a realizzare un grande sogno: come Francesco Salerno (punta di diamante della squadra) che insieme a Jacopo (Jaki) Munegato parteciperanno alla Maratona di New York.

“Certo, non mancano le difficoltà – ha ricordato il coordinatore della squadra di atletica -. Ci sono alcuni ragazzi con disabilità che necessitano di un maggiore aiuto. Ma come spesso io e il team (4 allenatori, 2 educatori e 30 volontari per la gestione personalizzata degli atleti, ndr) ricordiamo ai genitori non sempre è necessario un affiancamento personale. Dove loro vedono un limite noi individuiamo le potenzialità”".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riccardo, Francesco, Yannick, Lisa: i campioni monzesi che con lo sport hanno abbattuto le barriere
MonzaToday è in caricamento