Venerdì, 19 Luglio 2024
Il progetto / San Rocco / Via Aquileia

Il cantiere che ha mandato in tilt il quartiere: come modificherà (per sempre) la viabilità

L'assessore alla Viabilità Giada Turato illustra tempi e progetto della pista ciclopedonale di via Aquileia

San Rocco in tilt per il cantiere della pista ciclopedonale di via Aquileia. I lavori dovrebbero essere ultimati entro il 31 ottobre 2023: lo annuncia alla redazione di MonzaToday l’assessore alla Viabilità Giada Turato che ha spiegato che i lavori, previsti questa estate, sono slittati a settembre a causa del nubifragio dello scorso 24 luglio.

I residenti, che fin dai primi giorni avevano denunciato il grande caos e un quartiere in tilt soprattutto nelle ore di punta, dovranno avere pazienza. Non solo fino alla fine dei lavori, ma anche dopo. Infatti, con la realizzazione della pista ciclabile lungo il ponte verranno ridotte le corsie che passeranno da 2 a 1 per senso di marcia. Un’ipotesi che i residenti speravano non si realizzasse visto il grande traffico che lungo quell’arteria ogni giorno si crea. Tanto che la via Monte Santo e la via Aquileia erano state ribattezzate le “autostrade” che attraversano il quartiere.

L’assessore Turato in questi giorni ha accolto le lamentele dei residenti: code interminabili sia da San Donato che da viale Campania e via Borgazzi; auto in fila col motore accesso anche mezz’ora per percorrere poche decine di metri trasformando il quartiere in una camera a gas. “Il problema è stato sottoposto all’attenzione del sindaco e della giunta comunale - ha proseguito -. Gli agenti della polizia locale effettueranno sopralluoghi per capire, e in caso di necessità intervenire, in merito all’esatto posizionamento dei cartelli che indicano l’inizio del cantiere anche per sconsigliare di attraversare il ponte. Dalle simulazioni effettuate prima del progetto e che risalgono al periodo pre covid, viale Campania non risultava una strada a rischio incolonnamento”.

Un progetto quello della pista ciclabile (non solo nel caso specifico di San Rocco) al quale l’assessore Giada Turato tiene molto. “Monza ha strade piccole, ma il traffico in città va ridisegnato - conclude -. Monza deve diventare una città dove devono convivere automobilisti e ciclisti. A chi accusa i ciclisti di non utilizzare le piste ciclopedonali ricordo che in molti casi si tratta di piste con buche, sporche, poco illuminate, che improvvisamente si interrompono tanto da indurre il ciclista a immettersi sulla strada. Vogliamo rendere le piste ciclabili più belle e attrattive sia per in ciclisti sia per chi, magari oggi non usa la bicicletta, ma avendo a disposizioni percorsi belli e protetti potrebbe convertirsi alla mobilità lenta. Naturalmente non c’è alcuna intenzione di creare problemi: lo dico non solo nelle vesti di ciclista, ma anche di automobilista e di motociclista”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cantiere che ha mandato in tilt il quartiere: come modificherà (per sempre) la viabilità
MonzaToday è in caricamento