rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità Triante / Via Suor Maria Pellettier

Ecco la nuova casa dell'acqua a Monza

La nuova casa dell'acqua è stata installata davanti al liceo Frisi

E sei!  BrianzAcque e il Comune di Monza ampliano l’offerta di acqua pubblica alla spina in città. A tre mesi esatti dal “varo” del self service idrico al quartiere San Rocco, martedì 22 gennaio, è ufficialmente entrata in funzione la nuova casetta di via Pellettier, davanti al liceo scientifico Frisi. 
 
Semplice, ma densa di contenuti l’inaugurazione, suggellata dall’ormai tradizionale brindisi, che ha visto la presenza del Presidente Ad di BrianzAcque, Enrico Boerci, del sindaco, Dario Allevi e dell’assessore allo sviluppo del territorio, all’urbanistica e all’ambiente, Martina Sassoli .

Ha evidenziato il Presidente e Ad di BrianzAcque, Enrico Boerci :“Monza è città amica dell’acqua di rete, buona, economica ed ecologica. Grazie alla forte sensibilità dell’Amministrazione Comunale e all’azione sinergica con noi, che ne siamo i gestori, la città non solo e’ arrivata ad avere un’ampia dotazione di casette  molto apprezzate dalla popolazione, ma ha anche adottato l’H2O del rubinetto in Municipio, che dei Monzesi è la casa comune”.    

Disponibile nelle versioni liscia e gassata, refrigerata e a temperatura ambiente, la risorsa idrica delle fonti pubbliche di BrianzAcque costa di 5 centesimi al litro. Per effettuare il prelievo è necessario munirsi di una tessera acquistabile allo sportello utenti di BrianzAcque, in via Cremona 4 e al centro civico di via D’Annunzio al quartiere san Rocco, al cui interno sono presenti stazioni di distribuzione e di ricarica. Il rifornimento è sempre possibile, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

“Promuovere comportamenti virtuosi ed ecosostenibili è una leva indispensabile per tutelare un bene primario e prezioso come l’acqua: per questo coinvolgeremo anche i più piccoli in questa bella iniziativa, portando l’acqua del Sindaco anche nelle scuole di Monza”, hanno detto il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore all’Ambiente Martina Sassoli. 
 
L’acqua a erogata attraverso un network di oltre sessanta chioschi sparsi in tutta la Brianza (63 per l’esattezza), concorre a promuovere il concetto di sostenibilità abbattendo l’inquinamento, garantendo un risparmio economico e un guadagno ecologico. Chi la utilizza contribuisce a limitare i trasporti su camion delle bottiglie e ad abbassarne la produzione, a ridurre le emissioni di anidride carbonica in atmosfera e a tagliare i quantitativi di rifiuti di plastica con un significativo contributo all’ambiente.  

A Monza, le altre “stazioni” idriche di BrianzAcque, si trovano in via Cremona, Debussy, Iseo, Maroncelli e Paisiello. Ad assicurare la qualità dell’H2O distribuita ci sono i controlli mensili dei laboratori di BrianzAcque, che godono del marchio Accredia oltre a quelli della ATS di riferimento. A ulteriore garanzia, ogni settimana i chioschi vengono sottoposti a specifici trattamenti di sanificazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco la nuova casa dell'acqua a Monza

MonzaToday è in caricamento