rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Attualità

Le case dell'acqua a corto di frizzante

"Sempre più difficile reperire anidride carbonica", scrive il gestore Brianzacque srl

Sempre meno effervescente nelle casette dell'acqua per via della difficoltà nel reperire anidride carbonica. A segnalare la situazione è il gestore di Brianzacque, che rifornisce 86 casette di Monza e Brianza.

"Il conflitto in Ucraina, i rincari dei costi energetici e la difficoltà nel reperimento di matie prime stanno mettendo a serio rischio la possibilità di spillare risorsa idrica gassosa nei chioschi di Monza e Brianza", si legge in una nota della società, ripresa anche dal Comune di Brugherio (Mb).

In alcuni comuni, fa sapere il gestore, i distributori non hanno già più acqua frizzante, mentre in generale le scorte sono in esaurimento e si fa molta fatica a rinnovarle. "La crisi dell'anidride carbonica - continua la nota - si protenderà presumibilmente almeno per il resto dell'estate e dei primi mesi autunnali, con conseguenti e possibili disagi". Naturalmente in tutte le casette gestite dalla società continuerà a essere erogata gratuitamente l'acqua naturale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le case dell'acqua a corto di frizzante

MonzaToday è in caricamento