rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Verso il voto

I sondaggi: chi vince alle prossime elezioni?

Inizia a salire la febbre delle elezioni

La giornata più lunga del Parlamento italiano si è chiusa, ieri, con ciò che sembrava inimmaginabile fino a pochi giorni fa: l'aula del Senato ha votato la fiducia a Mario Draghi con soli 95 sì e 38 no. Il centrodestra di governo (Lega e Forza Italia) e il Movimento 5 stelle non hanno partecipato al voto sulla risoluzione presentata dal senatore Pierferdinando Casini in seguito alle comunicazioni in Senato. La maggioranza si è dissolta, il premier resterà in carica solo per il disbrigo degli affari correnti. Giovedì mattina Draghi è salito al Colle per formalizzare il suo addio a Palazzo Chigi. Sergio Mattarella, con tutta probabilità, scioglierà le Camere. Comincia la campagna elettorale che porterà l'Italia al voto a inizio autunno, probabilmente a settembre o ottobre.

Sondaggi: la simulazione elettorale con 3 scenari

A proposito di voto, cosa accadrebbe se si andasse alle elezioni adesso con il Rosatellum? YouTrend e Cattaneo Zanetto&Co hanno condotto una simulazione elettorale con tre scenari, simulati a partire dalle percentuali dei partiti dell'ultima "supermedia" dei sondaggi YouTrend di luglio. Quello che emerge, in sintesi, è che solo un'alleanza larga composta da Pd, M5s, Sinistra italiana, Verdi, Azione/+Europa e Italia viva potrebbe rendere più difficile la formazione di un esecutivo di centrodestra. Ma vediamo questo sondaggio con le simulazioni elettorali nel dettaglio.

Il Pd coi 5 stelle, senza centristi

In primis, ecco lo scenario A: il Pd si presenta insieme al Movimento 5 stelle e alla lista unitaria di Sinistra italiana e Verdi, senza alleanza con i partiti di centro (Azione/+Europa e Italia viva). In questo caso, secondo il sondaggio il centrodestra vincerebbe 221 seggi su 400 alla Camera e 108 su 200 al Senato, ottenendo quindi la maggioranza assoluta per governare in entrambi i rami per Parlamento (nell'immagine qui sotto e a seguire: come andrebbero le elezioni oggi nei collegi uninominali della Camera e del Senato con i diversi scenari).

Tutti gli aggiornamenti sulla crisi di governo

sondaggio elezioni scenario a-2

sondaggio elezioni scenario a2-2

sondaggio elezioni scenario a3-2

Nessuna alleanza Pd-M5s: larga maggioranza al centrodestra

Cosa cambierebbe, invece, se i 5 stelle non dovessero allearsi col centrosinistra composto da Pd, Sinistra/Verdi, Azione/+Europa e Italia viva? In tal caso (è lo scenario B), il centrodestra arriverebbe ad avere una maggioranza ancora più ampia, sfiorando il 60% dei seggi: 240 alla Camera e 122 al Senato. La spaccatura dell'asse giallorosso porterebbe infatti il centrodestra a vincere gran parte dei collegi uninominali, dal momento che la coalizione Fratelli d'Italia-Lega-Forza Italia se ne aggiudicherebbe 116 su 147 alla Camera e 59 su 74 al Senato.

Tutte le altre notizie del giorno

sondaggio elezioni scenario b-2

sondaggio elezioni scenario b2-2

sondaggio elezioni scenario b3-2

L'ipotesi del campo largo del centrosinistra

Solo un'alleanza molto larga con Pd, M5s, Sinistra/Verdi, Azione/+Europa e Italia viva potrebbe mettere in difficoltà la nascita di un governo di centrodestra. Nello scenario C, il centrodestra avrebbe infatti 202 deputati e 99 senatori. In queste simulazioni sono comunque esclusi gli 8 deputati e i 4 senatori eletti all'estero, per cui considerando questi ultimi il centrodestra potrebbe anche raggiungere la soglia della maggioranza assoluta al Senato: sarebbe tuttavia una maggioranza molto debole, anche se con più seggi del campo giallorosso (che ne avrebbe 187 a Montecitorio e 94 a Palazzo Madama).

sondaggio elezioni scenario c-2

sondaggio elezioni scenario c2-2

sondaggio elezioni scenario c3-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sondaggi: chi vince alle prossime elezioni?

MonzaToday è in caricamento