rotate-mobile
La ricorrenza

Vent'anni di storia e le sfide del futuro: lo speciale compleanno di Brianzacque

L’azienda è stata premiata proprio quest’anno come la migliore utility italiana e come quella con il miglior bilancio di sostenibilità

Un compleanno speciale. Vent'anni di storia e futuro, con progetti che puntano a migliorare la gestione delle risorse idriche e dei servizi ai cittadini nel segno della sostenibilità e della tecnologia. BrianzAcque compie 20 anni. E questo compleanno che è insieme anche un traguardo importante lo ha celebrato con un incontro con la stampa nella sede della provincia di Monza e Brianza. Accanto al presidente e amministratore delegato della monoutility dell’idrico, Enrico Boerci c'erano anche il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, il sindaco di Monza, Paolo Pilotto, il presidente della provincia, Luca Santambrogio e il presidente di ATO, Silverio Clerici.

FOTO- Il governatore Fontana insieme al presidente Boerci

Brianzacque Fontana Boerci-2

Era il 12 giugno del 2003 quando nello studio di un notaio milanese fu siglato l’atto costitutivo della società. Oggi l’azienda è stata premiata proprio quest’anno come la migliore utility italiana e come quella con il miglior bilancio di sostenibilità, ha sempre coltivato e finanziato progetti in grado di preparare e migliorare l’avvenire del nostro territorio e di prevenire anche problemi che oggi sembrano cronaca quotidiana, ma che vent’anni fa sembravano quasi impossibili. Da qui lo slogan “20 anni di futuro” che accompagnerà tutte le celebrazioni nell’arco di questo 2023 già pieno di successi.

L'incontro è stato non un‘occasione di bilancio ma di rilancio, un momento proattivo in cui, ancora una volta, si è parlato di nuove sfide e di nuovi traguardi per i prossimi anni. L’ampliamento del depuratore San Rocco di Monza, l’implementazione dei progetti per far fronte ai cambiamenti climatici, la dotazione di tutte le scuole superiori della provincia di Monza e Brianza di erogatori e di borracce per un uso dell’acqua pubblica sempre più sostenibile sono i principali obiettivi per il cui raggiungimento sono attive sinergie con il comune di Monza, Regione Lombardia e Provincia MB.

“I nostri primi vent’anni verrebbe da dire citando un titolo di qualche tempo fa, non li pensiamo come un punto di arrivo, ma come un nuovo punto di accelerazione di una corsa che è sempre stata nel nostro DNA aziendale. Sin dalla nascita della società, con una volontà precisa dei nostri Comuni soci, non ci siamo mai fermati all’idea di dare solo un servizio ma sempre a pensare come renderlo più efficiente e soprattutto più capace di contribuire alla salute dei cittadini e a quella di tutto il territorio” ha evidenziato il presidente e Ad Enrico Boerci, al timone della società dal 2015.

“Grazie alla sinergia con BrianzAcque – ha commentato il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana - abbiamo sviluppato importanti progetti che principalmente rientrano nel filone green, dell’innovazione, della transizione ecologica ed energetica e che nel dettaglio ci vede impegnati su diversi fronti: sostenibilità, lotta ai cambiamenti climatici, contrasto all’inquinamento delle acque, sostegno alla biodiversità, riduzione dei volumi dei fanghi da smaltire. BrianzAcque ha saputo usufruire dei nostri bandi applicando leggi regionali che spesso sono state successivamente assunte a livello nazionale. Sono certo che i 20 anni che si festeggiano oggi non rappresentino un punto di arrivo, ma un punto da cui ripartire con altre opere di cui beneficeranno i nostri cittadini”.

I numeri di 20 anni di storia

Vent’anni di vita in cui BrianzAcque ha mostrato capacità di realizzare investimenti con trend in progressiva e costante crescita e volumi triplicati nel giro degli ultimi sette anni. Come confermano i numeri: dai 18, 7 milioni del 2015 ai 49,1 del 2022 e una previsione per il 23 di 73,7 grazie alla concessione di 50 mln di fondi europei del Pnrr per l’ammodernamento e la digitalizzazione degli acquedotti. Un grande progetto per ridurre ulteriormente il tasso di dispersione idrica in 21 comuni su 55, oggi pari al 28 % (media nazionale 42%) abbassandolo fino al 18%. Nel territorio più urbanizzato d’Italia, BrianzAcque con la sua green vision ha costruito opere e messo a terra interventi di mitigazione e di adattamento per una corretta gestione delle acque per far fronte ai fenomeni estremi generati dai cambiamenti climatici: vasche volano, parchi dell’acqua, sistemi di drenaggio urbano sostenibile contro piogge violente e persistenti; nuovi pozzi e taglio delle perdite d’acqua lungo le reti di distribuzione a contrasto della siccità.

Vent’anni di attività tra gestione dell’ordinario con il servizio idrico prestato a quasi 900 mila persone e progetti speciali e performanti di cui è capostipite il monitoraggio con i droni lungo il fiume Lambro per dare la caccia agli scarichi inquinanti. Tra i più recenti, la costruzione di un cogeneratore nel perimento del quartiere generale dell’azienda a Monza e al depuratore di Vimercate un nuovissimo impianto di bioessicazione capace di trasformare i fanghi da rifiuti in risorsa con una riduzione del volume di circa un terzo e un contributo alla transizione verso l’economia circolare. Vent’anni di impegno per dare valore all’acqua pubblica, bene comune, risorsa da tutelare e da proteggere perché sempre più a rischio. E per promuovere una nuova cultura dell’acqua con la messa in campo di un parco di oltre 90 case dell’acqua, di dispenser di acqua gratuita, buona, di qualità “certificata” da continue analisi di laboratorio. La società ha distribuito decine di migliaia di borracce a studenti e popolazione rivolgendosi principalmente al mondo della scuola e dello sport. Ma anche della cultura e del terzo settore attraverso il supporto a progetti di spessore. Vent’anni di valori per un’azienda che ha un’identità ben definita basati sul rispetto e sulla tutela dell’ambiente, sull’innovazione, sulla vicinanza ai territori e l’attenzione alle persone. Vent’anni di cammino verso la sostenibilità, parte integrante della mission aziendale con scelte virtuose a 360° in favore della comunità, dei lavoratori e dell’ambiente. BrianzAcque per la gestione industriale del ciclo idrico integrato che comprende acquedotto, fognature e depurazione, impiega energia proveniente esclusivamente da fonti rinnovabili che garantiscono un abbattimento di emissioni di CO2 pari a circa l’80%.

BrianzAcque, un po' di storia

BrianzAcque è l’azienda pubblica che gestisce industrialmente il servizio idrico integrato nella Provincia di Monza e Brianza. Nata il 12 luglio del 2003 dall’aggregazione di un primo gruppo di aziende ex municipalizzate del territorio, ha acquisito piena operatività nel 2007. Nel 2018, al termine di un percorso di fusioni e acquisizioni particolarmente sfidante, è diventata gestore unico del SII per l’ambito provinciale di Monza e Brianza superando tra i primi soggetti in Italia ogni tipo di frammentazione.

BrianzAcque per fatturato figura nel panel dei primi 20 operatori italiani del settore. Partecipata e controllata dalla Provincia e dai 55 comuni soci secondo il modello in house providing, si occupa dell’intera filiera dell’H2O: acquedotto, fognatura, depurazione. Ogni anno, porta nelle case e nelle aziende del territorio oltre 80 milioni di metri cubi di acqua, colletta i reflui di scarico e li restituisce puliti all’ecosistema dopo un complesso processo di depurazione. Si prende cura del mantenimento, del miglioramento e dell’innovazione delle reti, degli impianti e delle infrastrutture. In bolletta mantiene costi che restano tra i più bassi d’ Italia e d’ Europa. Moderna ed efficiente, socialmente responsabile, opera secondo il principio di sostenibilità, nel pieno rispetto dell’ambiente, della comunità e dei lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vent'anni di storia e le sfide del futuro: lo speciale compleanno di Brianzacque

MonzaToday è in caricamento