Coronavirus, in Lombardia salgono a 240 i contagi: registrati altri tre decessi

Si tratta di tre anziani di 91, 84 e 83 anni deceduti tra la Bergamasca e il Lodigiano

Salgono a 240 le persone contagiate dal Coronavirus in Lombardia, tra queste anche una donna dipendente di una multinazionale di Agrate Brianza. Insieme ai nuovi contagi purtroppo si registrano anche tre nuovi decessi. Si tratta di un 83 enne di Codogno (Lo), un 84enne di Nembro (Bg) e 91enne di San Fiorano (Lo). A riferirlo nel tardo pomeriggio di martedì è stato l'assessore al Welfare Giulio Gallera che ha illustrato anche la nuova procedura per la validazione dei risultati dei tamponi e degli accertamenti di morte legati al Covid-19 che adesso faranno riferimento all'Istituto Superiore di Sanità. Oltre 1800 i tamponi processati sull'intero territorio regionale dall'inizio dell'emergenza da Covid-19. N

In merito ai tre decessi l'assessore Gallera ha precisato ancora una volta che "innanzitutto e' da verificare che esiste un nesso fra la morte e la positivita' al Coronavirus" e "che comunque ancora una volta stiamo parlando di persone anziane con seri problemi di salute preesitenti". Il presidente Fontana ha voluto rivolgere "un caloroso ringraziamento a tutte le persone, in particolari gli operatori della sanita' che, giorno e notte, lavorano con assoluta professionalita' impagabile impegno per affrontare questa emergenza".

"A loro - ha aggiunto il governatore - va l'applauso di tutti i lombardi e piu' in generale degli italiani". Inoltre il presidente Fontana ha desiderato esprimere una "particolare vicinanza alle persone costrette a vivere nella 'zona rossa' del lodigiano. Un sentimento che e' lo stesso che mi ha chiesto di trasmettere loro, oggi ha piu' riprese, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in diverse telefonate intercorse durante la giornata".

Anche Monza tra gli ospedali di riferimento per i tamponi

Per fronteggiare l'aumento del numero dei tamponi da processare sono stati coinvolti nell'attività anche i laboratori di altri ospedali della Regione, tra questi anche il San Gerardo di Monza. A breve potranno processare i tamponi anche il Policlinico di Milano, l'ospedale Niguarda, Monza appunto, Bergamo e Brescia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trecento mila chiamate al giorno

Ad oggi il numero unico regionale 800894545 sta ricevendo una media di circa 300.000 chiamate al giorno. Per questo motivo sono gia' operativi 21 volontari della Protezione civile e altri ancora stanno terminando la formazione. "Sono stati identificati 59 posti in una struttura militare nella zona di Baggio - ha aggiunto Foroni - e 50 nell'ex ospedale di Baggio, oltre a una quarantina a San Damiano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alunno positivo: cosa succede ai suoi compagni (e ai loro genitori)

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

  • Una domenica dal sapore medievale, tra i borghi e i castelli della Lombardia

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Dove andare a fare castagne senza allontanarsi troppo da Monza

  • Diesel vietati a Monza e in Lombardia: la nuova data. Sì allo smart working con Pm10 alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento