menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, 403 contagi e 37 persone "guarite". Sala: "La Lombardia deve andare avanti"

I numeri presentati dall'ultimo bilancio ufficiale: negli ospedali della Lombardia sono ricoverate 216 persone. Nuove direttive per i tamponi: saranno eseguiti solo sui contatti con sintomatologia

Il numero dei contagi da Covid-19 in Lombardia è salito a 403 e in Lombardia secondo il report della Protezione civile si sarebbero verificati altri tre decessi con vittime ultraottantenni. Più di trentasette pazienti sono stati già dimessi e sono tornati a casa con un netto miglioramento delle condizioni: in ospedale invece ad oggi restano 216 persone molte delle quali ricoverate nelle aree di Cremona e del Lodigiano. Questi i dati ufficiali presentati nel tardo pomeriggio durante la conferenza stampa di aggiornamento sull'emergenza Coronavirus dove è stata ribadita la nuova modalità di gestione dei tamponi che ora non verranno più effettuati ai contatti delle persone contagiate che non presentino alcuna sintomatologia. 

A illustrare i dati sanitari e le soluzioni economiche a cui Regione Lombardia sta lavorando per fronteggiare i danni economici causati dall'emergenza insieme al vicepresidente Fabrizio Sala c'erano anche l'assessore al Welfare Giulio Gallera, l'assessore al Bilancio Davide Caparini e il delegato allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli.

Chiusure e divieti: ancora presto per pronunciarsi

"Siamo in presenza di una emergenza sanitaria ma tutto il sistema Lombardia deve continuare ad andare avanti. Reputiamo presto dire se le misure si prorogheranno o meno ma abbiamo dei segnali positivi" ha spiegato il vicepresidente Fabrizio Sala in conferenza stampa nel pomeriggio di giovedì. "L'importante è dare l'idea che la vita continua. Dobbiamo convivere con questo virus che per la prima volta ha toccato l'Occidente proprio nel nostro Paese ma la Lombardia ha reagito" ha spiegato il vicepresidente Sala.

Coronavirus: 403 contagi e 37 persone guarite

"La situazione inizia a strutturarsi. sono passati un po' di giorni e nei presidi ospedalieri iniziamo a gestire nella maniera più corretta e opportuna i ricoveri e abbiamo dei numeri che iniziano a darci un profilo di come si sta sviluppando" ha specificato l'assessore Gallera annunciando anche che 37 persone sono state dimesse ddagli ospedali lombardi. Dal 24 febbraio ad oggi (i dati sono quelli aggiornati al 26 febbraio) è sceso il numero dei contagi. Dai 126 pazienti ospedalizzati il 24 febbraio si è passati ai 44 casi di martedì 25 febbraio fino ai 39 di mercoledì. Un dato - ha specificato Gallera - "che ci fa sperare in una traiettoria discendente".

Emergenza non solo sanitaria ma anche economica

"Abbiamo incontrato le categorie economiche e chiederemo interventi anche all'Unione Europea e stiamo valutando la possibilità di accedere al fondo di solidarietà per le calamità naturale. Lavoreremo a un piano di rilancio del sistema economico Lombardo a 360 gradi. Emergenza deve essere uno stimolo per rilanciare il nostro territorio, il sistema Lombardia" ha aggiunto Sala a cui si sono aggiunte anche le parole di impegno degli assessori Caparini e Mattinzoli. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento