Coronavirus

Dal 3 giugno vaccini per tutti. La Lombardia verso 6 milioni di somministrazioni

In Lombardia il 66% ha prenotato la somministrazione e il 45% ha ricevuto la prima dose

"Dal 3 giugno partirà una lettera con cui si dar la possibilità a tutte le Ragioni e province autonoma di aprire le vaccinazioni a tutte le classi di età seguendo il piano, utilizzando tutti i punti vaccinali, anche aziendali".

Lo ha annunciato nelle scorse ore il commissario straordinario all'emergenza Covid, generale Francesco Paolo Figliuolo, parlando con la stampa. "Andiamo verso il superamento delle fasce d'età - ha spiegato - con un occhio vigile sugli over 60. Abbiamo ottimi risultati sugli over 80, buoni sugli over 70 e solo soddisfacenti sugli over 60". "È molto probabile che dagli inizi della settimana prossima anche l'Aifa darà il via libera per il vaccino agli adolescenti dai 12 anni in su" ha aggiunto "Nel piano li avevo già previsti a marzo: siamo in grado di procedere dai 12 ai 15 anni, circa 2 milioni e 300 mila ragazzi". Pur aprendo le vaccinazioni a tutte le fasce d'età dal 3 giugno, per il commissario Figliuolo è necessario "continuare con gli over 60 così come con i fragili, per ultimarli nei limiti delle possibilità". 

Nel frattempo, procede spedita la campagna vaccinale di Regione Lombardia che in totale ha fatto registrare 5.696.634 dosi somministrate e la prossima settimana conta di toccare e superare quota 6 milioni. "Si tratta - sottolinea la vicepresidente ed assessore al Welfare, Letizia Moratti - di una percentuale di adesione sulla popolazione vaccinabile molto elevata. Infatti in Lombardia su una platea complessiva di 8.554.100 cittadini, già il 66% ha prenotato la somministrazione e il 45% ha ricevuto la prima dose, per una percentuale di somministrato su adesione del 67%".

I numeri e le fasce d'età

- gli ultra 90enni sono 128.433; gli aderenti e vaccinati sono il 100%;

- gli 80/89enni sono 615.067; ha aderito il 95%; i vaccinati con almeno la prima dose sono il 94% e la percentuale somministrato/adesioni è del 99%;

- i 70/79enni sono 988.111 e gli aderenti sono l’89%; i vaccinati con la prima dose sono l’86% e il somministrato/adesioni è del 97%;

- i 60/69enni sono 1.201.057; ha aderito l’84%; i vaccinati con la prima dose sono il 78% e il somministrato/adesioni è del 93%;

- i 50/59enni sono 1.261.416; gli aderenti sono il 78%, i vaccinati con almeno la prima dose il 36% e il somministrato/adesioni 46%;

- i 40/49enni sono 1.504.315; ha aderito il 66%, i vaccinati con la prima dose sono il 22% e il somministrato/adesioni è del 33%;

- i 30/39enni sono 1.145.186, ha aderito il 51%, i già vaccinati con prima dose sono il 19% e il somministrato/adesioni è del 33%;

- i 20/29enni sono 983.209, ha aderito il 21%, i già vaccinati con prima dose sono il 18% e il somministrato/adesioni è dell’84%;

- i 16/19enni sono 378.782, le adesioni dell’8%, i vaccinati con prima dose sono il 5% e il somministrato/adesioni è del 69%.

È utile sottolineare che in tutte le fasce di età, in particolare quella 16/29 anni, che inizierà le prenotazioni dal prossimo 2 giugno, sono compresi anche cittadini disabili, caregiver, fragili, personale sanitario e non sanitario, personale scolastico, Forze dell'Ordine che hanno già potuto aderire – secondo le indicazioni del Ministero e del commissario - ed essere quindi vaccinati.

"Regione Lombardia - conclude la vicepresidente ed assessore al Welfare di Regione Lombardia - sarà in grado di raggiungere la media di 100.000 somministrazioni al giorno dalla metà di giugno, sulla base della programmazione fornitaci dalla struttura commissariale del generale Figliuolo. Questo ci consentirebbe di vaccinare, almeno con la prima dose, tutti i cittadini lombardi che ne hanno diritto e aderenti entro la fine di luglio". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 3 giugno vaccini per tutti. La Lombardia verso 6 milioni di somministrazioni

MonzaToday è in caricamento