Vimercate, da sabato riaprono i parchi in città: le regole

Saranno accessibili anche le aree gioco dedicate ai più piccoli. Tutte le informazioni

Immagine di repertorio

A partire da sabato 23 maggio anche a Vimercate riaprono i parchi e le aree verdi della città. Il sindaco Francesco Sartini ha firmato l'ordinanza con le nuove disposizioni che oltre ai giardini comunali interessano anche le aree cani.  "In accordo con le ultime prescrizioni previste dai decreti del Governo e dall'ordinanza di Regione Lombardia l'accesso ai parchi, alle aree verdi e alle aree cani è sottoposto ad alcune precise regole che invitiamo tutti a rispettare nel modo più rigoroso" spiegano dal municipio. 

Le regole

L’accesso del pubblico è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento nonché della distanza di sicurezza di almeno un metro fra le persone. Tutti devono essere dotati di mascherine o qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca e devono avere le mani opportunamente disinfettate. Non è obbligatorio l'uso della mascherina per i bambini con meno di 3 anni e per le persone con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina, nonché gli accompagatori di tali persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aperte anche le aree gioco dei bambini

L’accesso ai minori è consentito, insieme ai familiari, a persone abitualmente conviventi o deputate alla loro cura, anche alle aree gioco, tenendo presente il rispetto del limite di età prescritto per l’utilizzo delle attrezzature, per  svolgere attività ludica o ricreativa: i bambini con meno di 14 anni oppure i ragazzi fino a 17 anni con patologie NPI, fragilità, cronicità devono essere accompagnati da un genitore o da un altro adulto familiare, anche non parente. I ragazzi con più di 14 anni possono frequentare le aree senza l'accompagnamento degli adulti, mentre si attribuisce al ragazzo stesso la responsabilità di mantenere il distanziamento fisico.
Per i bambini fino a 3 anni c'è l'obbligo di utilizzare una carrozzina, un passeggino o similari, oppure, se il bambino è  in grado di camminare da solo, di garantire il controllo diretto da parte dell’adulto accompagnatore al rispetto della distanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ponti tibetani della Lombardia dove portare i bambini

  • Verano Brianza, Sofia uccisa a 25 anni da ubriaco mentre attraversa la strada

  • Cesano Maderno, uomo investito mentre attraversa la strada: è gravissimo

  • Giovani ragazze costrette a prostituirsi in un club privato a Varedo: sette arresti

  • Incidente stradale a Verano Brianza, travolge e uccide ragazza di 25 anni

  • Coronavirus, spostamenti e vacanze: cosa si può fare (e cosa no) dal 3 giugno

Torna su
MonzaToday è in caricamento