Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: "Vi chiediamo di scaricarla tutti"

Un'app sul cellulare "per tracciare la mappa del rischio di contagio": si chiama allertaLOM

Un'app sul cellulare "per tracciare la mappa del rischio di contagio": si chiama allertaLOM e il vicepresidente della regione Lombardia Fabrizio Sala ha chiesto ai lombardi di scaricarla. "Dobbiamo chiedervi impegno, sforzo, di scaricare questa app su cellulare che si chiama allertaLOM".

Nella app, ha spiegato Fabrizio Sala, c'è un servizio coronavirus dove "bisogna compilare un questionario anonimo" in cui viene chiesto il sesso, l'età e se si sono avuti alcuni sintomi e contatti con positivi. Il questionario può essere aggiornato ogni giorno, ma non più di una volta al giorno. La app serve "ai nostri virologi, epidemiologici per trarre una mappa del rischio contagio" e "serve per fini statistici".

I dati saranno raccolti in modo del tutto anonimo e, ovviamente, l'applicazione non sostituisce nessun test né il controllo dei medici. È un'arma in più per contrastare l'emergenza coronavirus.

L'obiettivo è infatti quello di mettere a disposizione dell'Unità di Crisi regionale e degli studiosi informazioni complete e strutturate sulla diffusione del contagio. Sarà così possibile da un lato fare scelte mirate nella gestione dell'emergenza sanitaria (es. individuare prima l'emergere di eventuali nuovi focolai), dall'altro sviluppare analisi statistiche ed epidemiologiche indispensabili sia per il presente che per il futuro. Per farlo, serve il contributo di tutti, sia delle persone che presentano sintomi sia di quelle che non hanno sintomi.

App, 100mila download e l'appello di Gerry Scotti

Sono già stati oltre centomila i cittadini che hanno scelto di scaricare l'App AllertaLOM per il monitoraggio della diffusione del Covid, molti dei quali pochi istanti dopo la presentazione, durante la diretta Facebook sulla pagina di Lombardia Notizie online. Il vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala in diretta ha parlato con Gerry Scotti, da tempo 'ambasciatore della ricerca' a sostegno dell'iniziativa 'Premio Lombardia è Ricerca'.

"Stavo guardando la vostra conferenza e appena avete presentato l 'app l'ho subito scaricata, non sono un fenomeno con la tecnologia ma - ha spiegato il presentatore - ci ho messo due secondi e ho subito compilato il modulo, che è molto discreto e rispettoso della privacy. Lo consiglio a tutti i cittadini lombardi". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Da cittadino - ha proseguito il popolare conduttore tv - non la leggo come una violazione della privacy ma come un'estensione delle nostre garanzie, infatti si basa sul codice postale. Siate sinceri nel compilare, aiuterete voi e la vostra famiglia. Da cittadino affacciato al balcone - ha detto ancora Scotti - vedo tanta gente in giro, non bisogna mollare l'allarme. Forza, tutti insieme - ha concluso - ce la faremo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Rapina donna in metro, passante (brianzolo) lo insegue e lo blocca con un pugno in faccia

  • Tragedia in Croazia, uccide la moglie poi si suicida: la coppia era originaria di Monza

  • Coronavirus, due casi positivi all’asilo: tampone per tutti i bambini di due sezioni

  • Cesano Maderno, bimbo positivo al covid: tampone e "quarantena" per tutta la classe

  • Tragico schianto in moto a Bienno: muore motociclista brianzolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento