Coronavirus

Schizzano i contagi in Brianza: in due settimane boom di positivi

A Lissone e a Desio i dati sono aumentati sensibilmente. Il sindaco Roberto Corti invita con un video tutti i cittadini, giovani e anziani, a mantenere comportamenti prudenti

Impennata di contagi a Lissone. In poco più di dieci giorni i lissonesi positivi sono passati da 123 (del 19 febbraio) a 205 (di mercoledì 3 marzo). Un incremento di 82 casi che preoccupa l’amministrazione comunale.

Il virus, in questa terza ondata, è più contagioso e colpisce soprattutto i più giovani. Sono dieci, infatti, le  classi in quarantena (sia le scuole dell’obbligo sia le secondarie superiori). Alcune classi che settimana scorsa erano in quarantena preventiva, sono rientrate a scuola in questi giorni. Una pericolosa inversione di tendenza che coinvolge anche altri comuni della provincia.

Anche a Desio il contagio è esploso: in due settimane si è passati da 80 a 204 casi di positività. Con un aumento giornaliero schizzato da 6 a 16 casi.
Il sindaco Roberto Corti il 2 marzo ha pubblicato un video sulla pagina Facebook del Comune invitando i desiani, di ogni età, a prestare massima attenzione.

“In attesa dell’avvio della campagna vaccinale di massa invito ad avere comportanti prudenti – ha ricordato -  Distanziamento, mascherina, e no agli assembramenti. Non ci sono più fasce di età a rischio. Se qualcuno pensa di essere immune sbaglia, e comunque potrebbe trasmettere il virus". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schizzano i contagi in Brianza: in due settimane boom di positivi

MonzaToday è in caricamento