menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollettino covid, i dati di mercoledì 30 dicembre 1.673 casi in Lombardia, 121 a Monza

Negli ospedali della Regione ci sono in tutto 4.098 persone affette da SarsCov2, 34 in meno rispetto a ieri

Prosegue incessante la lotta al coronavirus in Lombardia. Nella giornata di mercoledì 30 dicembre, a fronte di 23.878 tamponi, sono stati accertati altri 1.673 casi in tutta la Regione (830 in più rispetto a ieri); il rapporto fra tamponi effettuati e i nuovi positivi è del 7.01%. Tra Monza e la Brianza sono state trovate altre 121 persone positive al virus. I dati sono stati resi noti dalla Protezione Civile con il consueto bollettino.

Nelle ultime 24 ore ci sono stati 21 nuovi accessi in terapia intensiva in Lombardia. Il totale dei letti di rianimazione occupati è però diminuito di 17 unità rispetto a ieri, tra decessi e pazienti guariti: ora sono 481 le persone con gravi insufficienze respiratorie ricoverate nelle terapie intensive degli ospedali regionali. In una sola giornata i posti letto occupati dai pazienti meno gravi sono diminuiti di 17 unità per un totale di 3.617. Negli ospedali della Regione ci sono in tutto 4.098 persone affette da SarsCov2 (34 in meno rispetto a martedì).

Le persone che si sono negativizzate nelle scorse 24 ore sono 3.015; in totale i lombardi che sono guariti dal covid sono 393.995. Si allunga la scia di morte provocata dal virus. In una sola giornata ha ucciso altre 80 persone; il totale (ufficiale) è arrivato a quota 25.038.

Vaccini, arrivate le 94.770 dosi per la Lombardia

È arrivato alle 4.20 di mercoledì mattina all'aeroporto di Malpensa il volo speciale con a bordo la prima fornitura settimanale di vaccini anti covid per la regione Lombardia. In tutta Italia erano attese 470mila dosi della Pfizer, mentre a Milano e alle altre città lombarde ne sono state destinate 94.770. 

L’aereo è atterrato allo scalo varesino e dopo circa un'ora di lavoro l'intero carico è stato trasferito su furgoni e camion Dhl, che sono poi partiti alla volta degli hub individuati e selezionati da regione Lombardia, da dove saranno successivamente destinati alle strutture che si occuperanno delle vaccinazioni. A scortare il viaggio delle dosi sono stati i militari della guardia di finanza e gli agenti della polizia, che hanno seguito passo dopo passo i mezzi Dhl.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

L'Iss elenca uno a uno tutti gli errori della Lombardia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento